sabato 19 agosto 2017

-Pensate bene su come spendere 200 euro!-




-200 Dollari-

Duecento dollari, tenete bene a mente questa cifra!
Con duecento dollari (che sono all’incirca duecento euro!) cosa potete comprare?
Forse una cena di lusso per una persona, un cellulare non tanto bello, la bolletta del gas semestrale, un vino molto pregiato (e vi danno anche il resto!), non di più!
Un’I-Phone? No, non potete comprarlo, la morte nera della lego? No, non potete comprarla, una lanterna delle lanterne verdi a grandezza naturale? No, costa quasi il doppio, una statua nerd fatta come Dio comanda? No, assolutamente no! Il primo numero di Dylan Dog? Neppure, costa di più, forse e dico forse potreste pagare l’affitto, senza spese di un mini monolocale senza il bagno, forse, e sto parlando di Milano, quindi con DUECENTO EURO o dollari che dir si voglia, cosa si può comprare?
Esiste un paese nel mondo, nel mondo del 2017 che per duecento euro si può comprare una bambina di appena poco superiore ai quattro anni, in Cambogia se si hanno duecento euro in tasca (ed io a volte ho girato anche con più soldi!) ti acquisti una bambina!
Si può non comprare l’ultimo cellulare messo in commercio ma una bambina che la pubertà la vedrà dopo anni e anni, si, un telefono no, una bambina si!
Calcolate per un secondo quanto vi costa la vita in un mese qualsiasi dell’anno (senza feste ne altro!), in media fate quattro volte la spesa “grossa” al supermercato, una sessantina di euro la volete spendere? Ecco, sono già 240 euro, solo di spesa per mangiare che poi a metà settimana vi tocca ritornare al supermercato a rifornirvi di cibi e quant’altro!
DUECENTO EURO!
In Cambogia con duecento euro ci vivono sei mesi, si, sei mesi, e se una famiglia povera ha la “fortuna” di avere una figlia femmina le entrate aumentano, si, ci sono bambine di quattro, cinque, sei anni che vengono vendute dai genitori per duecento euro, DUECENTO EURO, queste bambine e bambini vengono venduti a esseri ignobili, non voglio essere volgare, per duecento euro, queste bambine e bambini dicevo diventeranno il piacere perverso dell’occidente e dell’oriente, vogliamo mettere chiavarsi una bambina che non ha ancora il mestruo? Ecco, duecento euro, pensate bene a questa cifra!
Ora voi vi domanderete ma quanto prendono questi bambini per prestazioni? I viscidi europei danno al massimo venti dollari, venti euro, tre pacchetti di sigarette e ti danno il resto (ho speso sei volte tanto in fumetteria!), in pratica in Cambogia con un trecento euro (stando largo!) ti compri una bambina e te la puoi chiavare… meno di trecento euro!
  Ora vi faccio una domanda a voi mamme e papà, quanto vale vostro figlio?
Meno di un I-Phone o di più?
Ecco, il problema di base non è che i genitori vendano i propri figli, che è terrificante, ma pensate solo a questo, una famiglia che vive bene con quattrocento euro all’anno, ma il problema di base non è neanche la povertà, è la domanda!
Immaginate un attimo il signor Rossi, proprietario di una fabbrichetta nella Brianza che decide così per sfizio di andare a fare le vacanze in Asia e sceglie la Cambogia invece del solito Riccione, arriva in Cambogia e vede queste fanciulle bellissime, la moglie ovviamente non c’è perché è ad Haiti o in Giamaica a fare le ferie di sole donne e di tanti cazzi neri che la metà basta, il signor rossi va in Albergo ma il vedere cotanta bellezza femminile sbarella, non capisce più nulla e chiede informazioni su come fare per avere una fanciulla in camera, l’informatore gli propone vari prezzi e varie età, il Signor Rossi decide, alla sera bussano alla porta, il Signor rossi (che si crede un ricco ma è solo un arricchito!) si fa trovare vestito solo da un asciugamano, apre la porta e davanti a lui si presenta un uomo giovane accompagnato da una bambina, il signor Rossi paga l’uomo e fa entrare la bambina nella sua camera!
La bambina si spoglia (ormai è abituata sono solo quattro mesi che fa ciò che fa!), e incomincia a fare un pompino al Signor rossi, ma a lui non basta, vuole farsela e la prende violentemente, dopo pochi minuti viene, ovviamente dentro alla bambina, il Signor Rossi sorride sodisfatto, la bambina va in bagno, si lava alla meno peggio ed esce dalla stanza!
Ora il problema è la bambina, l’uomo giovane o il signor Rossi?
Ed ecco la domanda, molti, anzi tutti o quasi i turisti che vanno in quella zona dell’Asia ci vanno solo per una cosa, scoparsi le bambine, ecco la domanda, l’uomo giovane riceve la domanda e deve dare l’offerta, ovvero bambine sempre fresche, e allora il giovane uomo cosa fa? Va nei paesi dell’entroterra più povera e acquista bambine per duecento euro, in poco meno di una settimana si sarà rifatto dei soldi spesi, domanda e offerta!
Sto leggendo un libro duro su questa cosa, molto duro, ho vomitato molte volte nel leggerlo, e sono fortemente convinto che se i paesi d’origine dei vari maiali schifosi figli di mille merde che vanno in determinati paesi solo per chiavarsi bambine che hanno l’età delle loro nipotine infiocchettate, venissero puniti nei loro paesi, il problema si risolverebbe, sai che meraviglia se il signor rossi, tornando a casa viene blindato, fotografato e reso pubblico che si chiava la bambine?

Non mi dite che rovinerebbe una famiglia, se un essere inferiore gode a scoparsi o meglio a stuprare una bambina si merita la gogna mediatica e che venga sputtanato e sputato a vita, zero carcere ma la gogna pubblica, lo ha fatto solo una volta? Ok, ha creato un precedente, quindi gogna pubblica, e che venga reso pubblico il suo nome, cognome e indirizzo…. Un pedofilo di merda non perché non stupra ragazzini e ragazzine in Italia non è un pedofilo se poi va in Asia e si chiava e stupra bambine a cui mancano dieci e più anni alla pubertà…  

domenica 13 agosto 2017

-121-

Centoventuno episodi e non sentirli, buona lettura!

·         Tensione tra U.S.A. e Nord Corea… due imbecilli che se la bullano!
·         Visto che ormai le ragazze morte per la droga messa nei bicchieri non tira più ecco la nuova psicosi… le uova!
·         Di Maio afferma che Pertini è il suo simbolo politico… glielo hanno detto che era socialista e antifascista?
·         Centocelle, ennesimo episodio di razzismo e omofobia… strano non lo avrei mai detto che i romani sono razzisti e omofobi!
·         Il “rapper” Que Pequeno (o come diavolo si scrive, anche se non m’interessa saperlo!) pubblica su istagram un video dove si masturba… ma lui viene dal ghetto e ha sofferto molto nella sua vita… che tristezza!

·         Corriere della sera del 12/08/2017 pagina 37 un articolo sul perché l’amore fallisce… che belli i quotidiani ad agosto!

sabato 12 agosto 2017

-Sul terrorismo moderno e antico-




-La concezione di terrorismo-

La faccenda è pesante, molto, si sta rievocando fasti del passato che è meglio lasciali nell’antro oscuro della memoria, il terrorismo, anche se per certi casi non lo considero tale, stavo dicendo, il terrorismo ha sempre imbrattato la nostra costituzione civile, in Italia c’erano i vari esaltati della lotta armata prevalentemente di sinistra che credevano che una potenziale rivoluzione popolare poteva crearsi sotto il marchio della falce e il martello, ciò non è accaduto ed ora i vari pensatori di questa idea autoptica insegnano nella varie scrivanie di varie università, come se il loro approccio inutile potrebbe dare qualcosa, non da nulla, anche perché fare una potenziale rivoluzione negli anni sessanta e settanta era utile come un buco di culo sulla fronte, se l’Italia non è diventato uno stato socialista nel dopoguerra dove c’era gente che moriva di fame era inutile quando tutti stavano bene!
L’Italia è solo uno stato, parliamo della libertà dovuta dell’Irlanda del Nord, l’IRA colpiva solo per non fare morti, c’è ne sono stati, ok, ma il H Block è a dir poco esagerato, quando i vari poliziotti inglesi sborravano sulle morti dei vari combattenti per avere un’Irlanda come nazione e non come barzelletta com’è adesso, sono morti ragazzi su ragazzi nelle carceri solo per non voler affermare di non essere prigionieri politici (e lo erano!), ragazzi su ragazzi morti, per cosa? Nulla! Londra non vuole mollare quelle contee che contano come un cazzo di nulla, vuole un’Irlanda divisa e che continua a combattere, Bobby è crepato a causa del regno unito e molti altri hanno avuto la sua fine, è giusto?
Per un paio di metri di terra?
Non credo!
La spagna non è da meno, i Baschi sono anni che vogliono essere riconosciuti come tali, fanno attentati, e quant’altro ma la Spagna non gli caga di pezza, quindi i baschi, che hanno una lingua loro, una loro cultura devono stare sotto lo stato spagnolo?
Perché?
La Francia, dopo il suo momento del “conquistiamo tutto e rendiamo schiavi o poco meno i vari territori che conquistiamo!”, bisogna dire che i vari attentati che hanno avuto in Francia sono dovuti alla loro presenza in Malì dovuti al massacro che i francesi hanno perpetrato come lo avevano fatto in Algeria e in tutte le sue colonie e poi si stupiscono che hanno attentati?
 Davvero?
Si stupiscono che un beduino con passaporto francese entra in un locale e uccide tutti?
Davvero?
Non sono lungimiranti i mangia rane!
E in Italia?
L’Italia a vederla così com’è è una fureria piena d’armi pronta ad esplodere, non voglio parlare di storia ne altro ma se un eritreo si fa esplodere in Duomo lo capirei, come capirei tutt’altro, il fatto è che si ha paura in Italia dei poveracci che sbarcano e non di ciò che abbiamo già in Italia!
Parlare di terrorismo oggi è alquanto anacronistico, l’occidente ha creato nemici su nemici, tutta l’Europa ha creato dei terroristi, lo si sa, e lo si sa bene, ma se negli anni passati il terrorismo era inutile (parlo in Italia e Germania!) sotto molti punti di vista, in molti non era giustificabile ma capibile (l’Irlanda del Nord e la Spagna!) e comprensibile, ma poi tutto è cambiato in fatto di terrorismo, c’è stato un movimento non poco chiaro che ha spinto la lotta armata a renderla globale, sto parlando dei terroristi palestinesi!
Se prima il terrorismo era di forma nazionalistica con i primi terroristi palestinesi la cosa si è spinta a livelli internazionale, si era favorevoli alla politica e all’esistenza dello stato d’Israele? Si veniva etichettati come nemici, non sto difendendo Israele a spada tratta perché ha fatto degli errori grossi come una casa, ma ultimamente si sta respirando un’aria spuria dall’intelligenza!

-Il “problema” Palestina-

Storicamente parlando il popolo palestinese non ha mai avuto una nazione, erano girovaghi che vivevano di pastorizia e quant’altro, tra tutti i paesi del nord africa erano e sono i più intelligenti, infatti non hanno mai mischiato la religione alle varie rivendicazioni, il fatto che ha fatto scoppiare il caso medio oriente è stata l’Inghilterra che ha venduto molto ma molto caro ciò che è adesso Israele, in pratica, dopo la seconda guerra mondiale, la Palestina era sotto l’Inghilterra (e stranamente nessuno ha fatto attentati all’epoca!), era un patronato, ovvero, governiamo noi e voi state zitti, dopo la Shoah molti ebrei non si fidavano di vivere dove hanno sempre vissuto e hanno chiesto giustamente una loro terra, ovvero ciò che è adesso Israele, l’Inghilterra ha venduto la terra senza chiedere nulla ai vari palestinesi che vivevano lì, immaginate per un secondo, vi dicono che la terra è vostra ma ci sono già persone che la vivono, un po’ di storcimento di cazzo arriva da una parte e dall’altra!
Dalla fondazione dello stato d’Israele a oggi è stato uno stato perennemente sotto minaccia, l’unico stato ebraico attorniato da pesi islamici e fondamentalistici, quindi fin dalla sua fondazione è stato uno stato in guerra perenne, ma qui non ho detto cos’ha portato il terrorismo al livello “superiore” dei giorni nostri!
Agli occhi esterni sembra che la “resistenza “ palestinese (anche se hanno un loro stato e quant’altro!) sembra una guerriglia religiosa, molti lo pensano, senza sapere che i palestinesi sono uno dei popoli islamici meno islamizzati al mondo, infatti, non vige la sharia ne altre cazzate, le donne vanno in giro come vogliono, è una guerriglia per il territorio non religioso, ma molti non l’hanno vista così!
Qui torno sul terrorismo (che non condivido ma che capisco!) territoriale, l’Ira e i Baschi combattono per il loro territorio come stanno facendo (sbagliando secondo me!) i vari terroristi palestinesi (che entrano nelle case degli 4ebrei e degli israeliani e accoltellano chiunque trovano in casa!) pensano di fare lo stesso, nonostante abbiano il loro stato, poi qui si può parlare per anni su ciò che fa Israele (sbagliando!) e su ciò che fa lo stato Palestinese (sbagliando!), ma su questo discorso ognuno ha la propria idea, come ho la mia, ovvero, basta vivere e lasciar vivere, la cosa si sarebbe risolta in meno di un’ora, a mio modesto avviso!
Ma cosa c’entra il terrorismo Palestinese con i nuovi terroristi?
C’entra per una incomprensione di base!

-L’essere terrorista islamico fa figo!-

Una volta il terrorismo aveva una parvenza di logica, malata fin quanto volete ma aveva una logica, “Non la pensi come me? Ti ammazzo!”, logico, dopo i palestinesi, il terrorismo è diventato religioso, o meglio, i vari malati di mente hanno pensato che dire d’essere islamici gli dava il diritto divino d’essere terroristi, a oggi ogni malato di mente può urlare “Allah è grande” e diventa un presunto martire per la causa… la causa?
Ovvero?
Rendere il mondo un pianeta islamico?
Il terrorismo da nazionalistico e territoriale è diventato internazionale dopo l’undici settembre, l’America viene colpita nel suo cuore da pazzi scatenati, cosa volevano?
Non si sa!
Che messaggio volevano dare ai posteri?
Non si sa!
Hanno ammazzato persone su persone sul nulla, non c’è una logica, hanno tirato giù le torri gemelli e non si sa il perché!
L’America era in forze in una guerra nel medio oriente?
No!
Osama Bin Laden ha fatto partire questa nuova era del terrore sul nulla, sul “L’America è capitalistica e noi no! Uccidiamoli tutti!” e questo a cosa a portato?
A due guerre in Afghanistan prima e in Iraq poi, per cosa?
Per nulla!
Assolutamente nulla, era logico che l’America avrebbe risposto agli attacchi, voglio vedere chi si prende uno schiaffo in faccia non risponde!

-Il terrorismo più pericoloso, il nuovo terrorismo!-

Dopo l’undici settembre 2001 tutto è cambiato, sono cambiate le dinamiche, è cambiato tutto, l’Afghanistan è praticamente  una nazione da quarto o quinto modo, ma hanno base americane, l’Iraq dopo la morte di Saddam è caduta nell’anarchia totale, dopo la morte di (in pratica!) tutti i vari dittatori del medio oriente, tutta la zona è diventata esplosiva, l’ISIS ha creato il suo califfato,  basato sulla sharia, dove è normale vendere come schiave bambine e quant’altro, dove è proibito non avere la barba, e quant’altro, l’ISIS rivendica o meglio ha rivendicato tutti gli attentati in occidente degli ultimi anni, in America, in Francia, in Germania, in Inghilterra, in Belgio, in pratica ogni pazzo tutto stronzo nel cervello può fare un attentato e dire che è dell’ISIS che quest’ultima rivendica l’attentato, sarebbe come se io ora uscissi di casa, uccido un centinaio di persone ma se urlo Allah è grande, vengo sotto una certa ottica capito, facevo parte dell’ISIS!
Il problema di base in questo nuovo terrorismo è che colpisce a cazzo di cane, non si sa perché lo fanno, non si sa il perché lo fanno!
Vogliono qualche territorio?
No!
Vogliono colpire uno stato per ciò che sta facendo?
No!
Colpiscono a casaccio, senza una base ideologica, l’importante è colpire, a casaccio ma l’importante è colpire!

Ho letto molto sul terrorismo, lo devo ammettere, conosco a menadito le ideologie e quant’altro che sta alla base del terrorismo classico, le conosco, so di base che ogni terrorista è alimentato a odio verso qualco0sa che rende ingiusto o che lo priva della sua libertà individuale, so che un terrorista è alimentato a odio e quant’altro e che non pensa minimamente che la diplomazia, ovvero il parlare possa rendere le cose migliori, tutte queste cose le capisco e le comprendo, nella loro illogicità, ma le comprendo, questo nuovo terrorismo non lo capisco, colpiscono a cazzo di cane per nulla, per cosa s’ammazzano i nuovi terroristi?
Qual è l’idea di base che fa gli fa colpire?
Credo nulla, i nuovi terroristi sono idioti o celebrolesi che vogliono i famigerati cinque minuti di notorietà, e basta nulla di più, non sono terroristi religiosi o per un’ideale sono terroristi solo per apparire su youtube o quant’altro, ed io dovrei avere paura di questi elementi?
No... ho più paura di molti coglioni senza cervello che hanno accesso a internet non di questi quattro coglioni che vogliono farsi grandi sulla morte altrui, scusatemi ma io la penso così…





domenica 6 agosto 2017

-120-



E siamo a centoventi, wow… buona lettura!

·         Venezia soffocata dal turismo… Di Battista mai domo afferma :”La colpa è di Mafia Veneta!”!
·         Hacker contro i cinque fasci “Gioco con i vostri voti”… ma come? Quindi Paolo Paperino è inventato?
·         La ministra Boschi va in palestra… il corriere ci scrive un articolo…
·         Il papa a Maduro “Sospendete la costituente”… certo che lo farà… sicuro!

·         Corso Como e i Navigli a Milano sono pieni di spacciatori… che novità!

sabato 5 agosto 2017

-Una poesia e chi la capisce è bravo!-

-Eutsi-

Il sole nero è
Sopra
Tutto e tutti!
Il sangue che pulsa
A ritmo ritmato
BUM
BUM
BUM
Come se non esistesse un
Domani!
Esiste?
Il sangue pulsa
E il cuore gli va
Dietro!
Sole nero?
MENTALE
Sopravvivenza?
MENTALE
Le vene pulsano e
Anche il
Cervello!
Un gesto
Uno solo!
Un singolo gesto veloce
E rapido!
Il dolore
DOLORE!
Se ne può parlare?
NO!
Malessere?
NO!
L’essere?
NO!
Non parlare, le parole non
Servono!
Meglio gli occhi
Meglio lo specchio
Dell’anima!
MORIRE
Sempre tutti
I giorni!
OGNI
SINGOLO
GIORNO!
Forse sopravvivere!
Ma il sangue
Già scorre
Copioso!
Il sangue
Wace e non
Rientra!
PLICK
PLICK
PLICK!
Esce e non rientra!
Sorridere alle
Disgrazie!
Zero lacrime
Zero malumore
E
Quant’altro!
Solo il sangue
E
Il sole nero!

Milano
30/07/2017


domenica 30 luglio 2017

-119-

E siamo già alla centodiciannovesima puntata della Cimice e sembrava ieri che scrivevo la centodiciottesima, comunque sia buona lettura!

·         Il movimento cinque fasci vota contro alla legge sui vaccini… chi nasce coglione non può morire genio!
·         L’ATAC sta fallendo miseramente… i romani se ne accorgeranno tra una ventina d’anni!
·         Attentatore islamista fermato in strada a colpi di sedie… ora basta no le sedie per fermare i terroristi… a breve clave per tutti!
·         Più si va avanti ed è più inutile prendere per il culo il movimento cinque fasci… sono una barzelletta dentro ad un’altra barzelletta!
·         Una miss Padania parrebbe che sia pazza… non porta bene essere una miss poi una miss Padania!

·         Scusate la domanda ma all’Aquila è tutto a posto? 

sabato 29 luglio 2017

-Grazie cinque fasci... oggi finalmente avete capito l'eugenetica-




-Il problema dei cinque sterchi a parte la coglionaggine!-

Oggi ventinove luglio è diventato obbligatorio vaccinare i figli, una legge giusta e che si doveva fare (io personalmente se mai dovessi avere un figlio lo vaccinerei contro tutto, quaranta vaccini? Gli fa!), alcune scorenti politiche hanno votato contro… e secondo voi chi ha votato contro?
Ovviamente il movimento cinque fasci, il perché è semplice dirlo, ha votato contro solo perché la legge sui vaccini è stata emanata dal PD e dal governo, quindi i quattro onanisti che formano il movimento a cinque fasci non potevano votare a favore, la legge non l’avevano fatta loro (e a dirla tutta a parte berciare non hanno fatto nulla!) e allora i vari Di (ovvero il Maio e il Battista!) non potevano non votare contro, avevano ascoltato la rete e la rete ha decretato che un vaccino cambia il DNA di un bambino e quindi lo rende autistico e in alcuni casi lo rende kriptoniano e in altri amazzone, ma la rete ha sempre ragione!
La legge viene eletta, i cinque fasci ovviamente votano NO, perché la rete, o meglio il ducetto barbuto no0n è convinto, ma la legge passa, da oggi i bambini devono essere vaccinati per poter accedere alle scuole, un bel passo avanti, ma il movimento cinque fasci non ci sta e il giorno prima infervora i vari coglioni creduloni dei no vaccini for ever ha inscenare una manifestazione tutta stronza fuori da Monte Citorio, con un povero “non professore” che suona una trombetta fastidiosa e molta, fin qui tutto bene, siete coglioni che vogliono non vaccinare i propri figli che poi muoiono di per tosse e di morbillo, ci può anche stare, siete coglioni ma in democrazia c’è spazio anche per i coglioni, ora voi cari lettori (e sono sicuro che chi mi legge non è un coglione!) secondo voi qual è stata l’offesa che i vari coglioni hanno urlato?
È brutto dirlo ma è stata “Ladri”!
Ladri!
Di cosa? Cos’hanno rubato? Il voler far arrivare dei bambini a quindici anni? Hanno rubato la vostra strana e masochistica e fascista di voler vedere vostro figlio morire di pertosse o morbillo?
Ora, io che sono favorevole hai vaccini, vorrei chiedervi cari anti vaccinisti, ma voi a parte facebook leggete altro?
A parte quella latrina virtuale che è il blog del duce con la barba che dice Belin, leggete altro?
Sinceramente parlando io sto con voi, davvero, non vaccinate i vostri figli, non fatelo, teneteveli in casa al sicuro e se si ammalano curateli su ciò che è scritto sul blog profetico del belin del comico, davvero, il limone e il bicarbonato vi fa guarire da un tumore, usate i fiori di Bach che guariscono qualsiasi cosa, abbracciate gli alberi (ovviamente se la rete ve lo dice!) e vi curerete, lasciate i vostri figli non vaccinati davanti ad un tablet che il belin di duce farà da insegnante, brave madri, davvero vi voglio bene, davvero, siete celebrolesi del cazzo ma vi voglio bene, seguite i vostri guru, voi madri siete i numeri uno per la mia idea di eugenetica, i vostri figli creperanno e spero che anche voi creperete… si chiama eugenetica, crepano i coglioni e rimane l’elitè, voi siete buoni (e manco tanto!) per il concime, quindi care madri e padri no vaccini, vi prego continuate, meno persone e più concime, fate un favore alla terra, per ogni vostro morto un paio d’alberi cresceranno, quindi continuate così, siete meravigliosamente coglioni e la terra ha bisogno di concime…


martedì 25 luglio 2017

-C6H5OH-




-C6H5OH-

Senti il respiro affannoso, oh cazzo è veramente affannoso, si, forse asma, forse altro, non saprei ma qualcosa non va affatto bene baby!

Verbale numero 54789/B

La sopracitata vittima afferma di essere stata fermata per poi essere stata picchiata, inoltre la sopracitata vittima ha dichiarato davanti all’amputato X che i suoi aggressori lo hanno etichettato come “frocio di merda” Malato di aiz” “Sei una merda contro natura”, si evince che il gruppo degli aggressori, di numero 3 (tre) hanno dopo le offese verbali alle offese fisiche, picchiando con pugni, calci, bastoni il sopra citato vittima, si evince inoltre che la vittima non ha prove su questa aggressione a parte i lividi e le contusioni, il comandante in forze di questa Caserma firma per la reclusione della sopra citata vittima per disordine, schiamazzi, offese ad un pubblico ufficiale e per atti “impropri” in luogo pubblico.


“Nome e cognome!”
“Voglio il  mio avvocato!”
“Ascolta brutto frocio di merda, o collabori o finisci male è chiaro questo concetto? Ciucca cazzi!”
Una testa viene sbattuta sul tavolo!”
“Allora, nome e cognome?”
“Voglio il mio avvocato!”
“Continui testa di merda buona solo a ciucciare cazzi? Continui? Dammi un qualcosa e non ne esci vivi tanto sei un frocio di merda, nessuno ti piangerà, è chiaro?”
“Voglio il mio avvocato e lo sbirro buono!”
“Fanculo frocetto!”

Il primo pugno arriva sulla tempia, la testa ballonzola, il secondo in faccia, lo sbirro si diverte a picchiarmi a mani nude, non usa le pagine gialle ne manganelli, vuole rovinarsi le nocche delle mani sulla mia faccia, cado dalla sedia, ma sono legato o meglio ammanettato, sono a mezz’aria e lo sbirro mi colpisce con i calci, svengo, e ritorno in me, sputo sangue, sento voci concitate, qualcuno urla, io sputo sangue, mi liberano e mi caricano su una barella!

“Abbiamo un uno malato!”
“Cosa ha?”
“Direi un pestaggio!”
“Chi lo ha portato?”
“La polizia dottore!”
“Allora è il solito tossico di merda… lascialo in corridoio che quando ho finito con pazienti veri… vedrò di ricucirlo!”
“Dottore ma è messo veramente male!”
“Io sono medico, tu no, lascialo in corridoio che appena ho cinque minuti lo guardo!”
“Dottore sta male è da segnalazione rossa!”
“Sa quanto m’importa la sua ida? Un cazzo…., lascialo lì che appena ho tempo lo visito!”
“Ok!”

Passa il tempo… ogni singolo secondo è pesante…. Sono passate ore dall’interrogatorio, perché? Non lo so!
Mi hanno malmenato per ore per un non si sa cosa, ed ora sono sdraiato in un corridoio!

Ore prima

La luce che va e viene, il primo colpo del manganello sulla tempia, rompe qualcosa, comincia ad uscire sangue dall’orecchio destro, il secondo colpo ancora più forte che colpisce la fonte e il sangue dal naso esce come uno tsunami, altri colpi, non sento più  le braccia e le gambe, alcune persone ridono e m’indicano come un frocio di merda buono solo a leccare la loro merda, un’altra selva di colpi violenti su tutto il corpo e sulla mia faccia, è inutile coprirsela, loro colpiscono e ridono, ma sono io la vittima, loro colpiscono, si fermano, si devono riposare, il sangue esce da ogni mio poro della pelle, il basso ventre mi brucia, cerco di toccarmi ma una manganellata me lo impedisce, non sento più le gambe, o meglio non sento più nulla da ciò che esiste (se esiste ancora?) dallo sterno in giù!

La barella è rimasta lì in un corridoio di un ospedale militare, nessuno lo ha visto, nessuno ha prestato le prime cure, lo lasciano lì, e oggi fa anche freddo! 

Perdere i sensi è la migliore autodifesa, per se stessi, ma non per loro, dopo il pestaggio di alcuni celebrolesi con le teste rasate vengo pestato a sangue da persone in divisa, mi violentano analmente con un manganello, ridendo e urlando “Tanto ti piace frocio de merda!”, il sangue schizza ovunque, e per questo un ufficiale in divisa mi pesta furiosamente in testa perché pensa che sono infetto e se muore si rifarà sulla mia famiglia... la mia faccia è irriconoscibile, mi picchiano ancora e mi bruciano i testicoli, così per divertimento, si divertono così, non penso più, sto soffrendo ma non posso urlare perché ho la bocca talmente tumefatta che non posso dire nulla, mi trascinano sul suolo della questura sputandomi addosso, mi trascinano per i capelli, prima di caricarmi su una barella uno pensa bene di pisciarmi addosso, lo fa, l’acido fa bruciare le ferite, sono inerme e solo, io la vittima che vengo trattato come un colpevole, io, riderei se potessi farlo!

Dopo trentasei ore un medico s’accorge di una barella dove sopra è posto un ragazzo irriconoscibile e che puzza di orina, deduce che sia un barbone, ascolta il polso che non c’è, lo guarda un attimo, la faccia è talmente gonfia che non si riconoscono gli occhi dalla bocca, ha ferite su ferite su ogni singolo centimetro della pelle, ha subito torture deduce il medico, ma sa che i barboni sono oggetto di questo trattamento, copre il cadavere e decreta l’ora della morte…

N.d.s.: Questa ovviamente è un racconto di fantasia…. No, col cazzo, è una storia vera di un povero ragazzo torturato e ucciso solo perché era gay e questo fatto è passato inosservato, o meglio alcune testate hanno riportato la notizia di un barbone ritrovato morto in un ospedale, un barbone, questo ragazzo, come si è appurato poi è stato pestato prima da dei neo fascisti e poi dalle forze dell’ordine, solo perché era gay, lo hanno torturato e lasciato a morire su una barella, solo perché non era etero… questa storia è stata romanzata (fino ad un certo punto!), ma in una città italiana queste cose succedono quotidianamente e non è Milano ma un’altra città un po’ più a sud, ho voluto scrivere questo racconto “verità” perché nessuno ne parla, nessuno, ci sono città dove non vogliono cani e gay, ci sono città dove si organizzano ronde anti froci, (e si uso il loro termine di questi celebrolesi del cazzo!), esistono italiani medi che pensano che se due uomini o due donne che vogliono vivere insieme nella legge sia un peccato e fanno di tutto per impedirlo… la cosa mi mette molta tristezza, davvero,  perché capisco che l’italiano medio (leggi anche scimmia celebrolesa!) non ha capito il significato di civiltà!



domenica 23 luglio 2017

-Sul suicidio-




-Sul suicidio-


Di base e personalmente odio parecchie diciture (quando muore un ragazzino e l’articolo mette prima dei nomi dei genitori il “Papà” e il “Mamma”, quando un ragazzino crepa per una dose eccesiva di acidi “Non lo aveva mai fatto, forse qualcuno gliela messa nel bicchiere”, e molti altri!) ma quella più odiosa che usano i vari giornalisti quando una persona si suicida è “Era depresso da tempo”, ecco cari lettori questa è una PUTTANATA, e ora vi spiegherò il perché!
La depressione è uno stato mentale fisso, è un po’ come avere i capelli biondi o scuri, si nasce depressi e questo non porta neccesivamente al suicidio, ok, l’ottanta per cento dei depressi cronici si suicida ma il fatto non è collegabile ad un essere depresso o il non essere depresso!
La depressione è un fatto caratteriale, si nasce depressi, non lo si diventa, su questo voglio battere il chiodo, perché le mie due nonne e mio padre erano depressi fin dalla nascita (alcuni aumentati dal modello di vita che hanno vissuto ma questa è un’altra storia!) e non si sono suicidasti ma sono morti di morte “naturale” quindi la depressione non porta  al suicidio!
La malinconia non porta al suicidio, idem con la tristezza, nessuno si ammazza per un brutto voto, perché la ragazza o il ragazzo lo ha mollato/a, per un voto reputato negativo, per i vari bulli… bo, se la pensate così non avete capito un cazzo del suicidio e delle persone che compiono questo atto!
Il suicidarsi è una voce fievole che tutti i giorni, tutte le ore parla all’orecchio del suicida, a volte è fievole come un soffio di vento a volte urla, ma esiste, il suicidio non è un fatto di secondi ma di anni e anni, è la vocina che nella vasca del bagno dopo una delusione pesante d’amore ti fa prendere la lametta… il fatto è che il suicidio non è dovuto ad un momento preciso della vita, non è reazione ed azione, no, non lo è!
Per esempio io negli ultimi mesi sto bene, passo dal down pesante che dura pochi giorni, per mia fortuna, a degli up estremi e totalitaristici…. E la vocina c’era, sempre e perenne!
Il compimento del suicidio non è un atto fine a se stesso dettato dall’attimo, ma è uno studio fondamentale della psiche di una persona che non sta bene, vede tutto nero il futuro e quindi deduce che il suicidio possa liberarlo da una determinata questione!
Pensiamo per un secondo al suicidio come un’evoluzione umana, per un secondo, chi si uccide di base ha raggiunto l’apice della merda che può ingoiare, questo è il fatto, l’apice, il massimo raggiungibile, ed è per questo che il suicidio non può essere correlato alla depressione, alla malinconia e alla tristezza, il suicidio esiste, vive e vegeta nella mente delle persone e si nutre di ogni merdata che dobbiamo ingoiare quotidianamente, fatevi una ragione su questa!
Io sono stato depresso per la gran parte della mia vita, ho provato a farmi fuori due volte, non ci sono riuscito (se no non sarei qui a scrivere!), ma continuo ad essere depresso e a oggi non ho voglia di farmi fuori, quando una persona vuole o pensa di suicidarsi ha molti fattori, troppi, ma il fatto di farsi fuori è già dentro di se, forse dalla nascita o forse è una roba genetica ma c’è, esiste e si nutre delle emozioni, allora perché una persona decide di farsi fuori?
Semplicemente perché nel momento esatto che vuole farsi fuori ha raggiunto l’esasperazione totale del suo Io, non vede futuro, presente ma solo il futuro, è un po’ come un vaso troppo riempito, alla fine strabocca, ma la depressione, la malinconia o la tristezza non contano, chi si vuole uccidere non ha pensieri negativi ma positivi verso il futuro degli altri, le due volte che ho provato mi sentivo bene con me stesso e con il mondo e non ero triste o quant’altro, pensavo semplicemente che l’universo sarebbe stato un mondo migliore su cui vivere senza di me!
Ok per il novantanove per cento dei casi i depressi finiscono a suicidarsi, lo so, ok, ma non è la depressione in sé a portare al suicidio, è il suicidio stesso che cova per anni e anni nel cervello dei suicidi, rimane lì e gongola felice, di base chi si suicida lo fa per cose futili e inutili, se uno ci pensa su sa che è così, ci si suicida per delle cazzate immense, io l’ho tentato per una stronza che non si meritava ,manco il biglietto del tram, e ho detto tutto, io depresso cronico e bipolare a oggi non ho la ben che minima idea di uccidermi, non lo farei mai, ho troppe cose da fare e creare!
Concludendo, chi si suicida per me è fin troppo coraggioso, non vuole vedere il futuro, non gli interessa, è una cosa futile e inutile ed io appoggio la sua scelta, ma indicare il suicidio alla depressione è, era e lo sarà sempre una solenne stronzata!  



-118-

E siamo a centodiciotto…. Buona lettura!

·         Migranti, è scontro con l’Est…. E l’est ha pochissima memoria!
·         Lascia il portavoce di Trump…. “Diceva troppe stronzate…. Sono un portavoce non Cristo!”
·         Triste giorno per Di Battista…. Mafia Capitale non è Mafia… ecco come va in fumo l’ottanta per cento delle sue oratorie!
·         Alfano contro la sindrome Polonia “Vorrebbero spartirsi il centro”… chi? Come? Vi giuro che non ho capito questa frase!
·         No ai prelievi d’acqua dal lago “Roma a rischio razionamenti”… chi sa cosa deciderà la rete su questa cosa?

·         Quarant’anni di festa dell’unità…. Macellai e cantori popolari ringraziano! 

mercoledì 12 luglio 2017

-Il fumetto italiano non è morto ma è di molto agonizzante!-




-Il fumetto italiano non è morto ma è di molto agonizzante!-

Molti dicono che il fumetto nostrano è morto, questi si basano su una sola casa editrice, ovvero la Bonelli (che per dirla politicamente è un misto tra una balena bianca e un elefante rosso!), non sono d’accordo, anzi non lo sono affatto!
Il fumetto made in Italy è vivo e vegeto e sta bene, certo è poco conosciuto dalla massa ma esiste e sforna grandi e grandissime cose, anche grazie a internet e ai vari social network!
Devo ammetterlo, non compro tantissimi fumetti italiani, anche perché leggere storie e disegni anni sessanta/settanta mi rompicchia un po’ le palle… diciamocelo chiaro la Bonelli è vecchia e decrepita!
Compro pochissima Bonelli (Dragonero, il miglior fumetto mai uscito da casa Bonelli, Le storie, Julia, Orfani, Mercurio Loi, il Martyn a colori [che è grandioso secondo me!], qualche speciale e poc’altro!)  e a parte rari casi mi sembra di leggere degli albi alla stregua di Lando, per storie e disegni,  la Bonelli è vecchia e non vuole rinnovarsi, sbandiera “Albo a colori” nel 2017, crea albi esclusivi per le fumetterie, nel 2017 che è da almeno una trentina d’anni che il mondo c’è arrivato, fa disegnare artisti che non riescono a reggere una moltitudine di tavole così alto (Roi insegna, quando disegnava un albo si e un albo no di Dylan Dog era terrificante, poi in UT è esploso per l’artista reale e geniale che è!), la Bonelli è vecchia ma nonostante tutto io comprerò i loro albi e, quando è meritato gli elogerò (gli ultimi due speciali, ovvero Dragonero e Le storie sono due perle meravigliose e da tenere sul comodino for ever, e non voglio parlare della meravigliosità del numero 50 di Dragonero o dell’ultimo numero di Lilith!), ma allora perché affermo che il fumetto italiano non è morto?
Semplice, case che non hanno una potenza “mediatica” come la Bonelli, mi riferisco alla Cosmo, alla INK e alla Shockdom, sono tre case editrici piccole, che hanno i loro problemi (specialmente la Cosmo!), ma fino a oggi non mi hanno mai deluso, come lettore di fumetti da trent’anni e come nerd navigato!
La Cosmo è un orgasmo per noi nerd, si, cazzo duro e venuta ogni mese e lo dico da nerd, ok, fa uscire autori italiani meravigliosi come Samuel Spano, Davide La Rosa e molti altri e ripropone albi ormai introvabili, a prezzi estremamente competitivi, che fanno felici molti nerd… è tutto bello vero?
No, col cazzo!
Cara cosmo, io ti amo e tu lo sai, ma porco cazzo hai un problema serio, o a dirla tutta tre problemi seri:
1.      Le date, non mettetele che tanto non riuscite a rispettarle, e a ogni nerd nel mondo se gli si dice che un albo esce in un determinato giorno e quell'albo non esce ci incazziamo come vipere punte da vipere!
2.      La distribuzione, cazzo, non potete farla a macchia da leopardo, non è possibile che un albo si trovi a due fermate di metropolitana, e che molte edicole non hanno un albo che sia uno della vostra casa editrice, io vi comprerei tutto ma non vi trovo e abito a Milano e non in un paese sperduto di un comune che ha al massimo quattro abitanti!
3.      Le fiere… cazzo non potete andare al Il mio bagno comics e non andare alle fiere serie… davvero… perché volete castrarvi?
Per il resto la Cosmo a mio modesto avviso pubblica albi degni di nota, Nine Stones in primis ma anche tutto ciò che le case editrici italiane “Alte” non hanno mai pensato di pubblicare (Basti pensare a quella perla che è Parker!)!
La Ink!
Sulla Ink potrei parlare per ore e ore anche solo per la gentilezza e l’umanità del suo creatore, ma parliamo di fumetti, a oggi è la prima casa editrice che osa e osa in modo meraviglioso, storie crude, cattive, terribili a volte disturbanti ma la storia che si lega così bene al disegno non lo mai trovato in quasi nessun fumetto internazionale, forse e dico forse nel Daredevil di Miller o del Green Lantern di Johns, ogni singolo albo che ho letto mi è piaciuto molto e lo divorato come un povero bambino del Biafra che si ritrova davanti ad una tavola imbandita, storie fantastiche e scritte bene e disegni meravigliosi, non voglio parlare della famiglia cannibale o del giardino delle torture, o di molti altri albi, ecco la INK è secondo me la casa editrice perfetta per chi (sia scrittori o disegnatori!) voglia sperimentare senza catene o pregiudizi, o quant’altro!
Lo tenuta per ultima, la mia casa editrice preferita in assoluto, la Shockdom!
La prima casa editrice italiana che non si può darli un’etichetta, o meglio pubblica solo cose grandiose, e a dir poco meravigliose, e sì agognerei scrivere per loro qualsiasi cosa, anche la pubblicità, loro a oggi non mi hanno deluso ma anzi mi hanno fatto meravigliare di ciò che pubblicavano, gli ho amati (e per loro fortuna hanno una copertura del territorio meglio della Cosmo!) fin da subito e mi hanno dato l’occasione di conoscere artisti, ops, ARTISTI che meritano questo nome, la Shockdom ha le palle di puntare sui giovani e su storie non proprie da “borgata” e devi ringraziarli ancora per il loro lavoro, se non fosse per loro non avrei mai conosciuto artisti che stimo (i gemelli meraviglia [che amo e che adoro!] in primis!) e che sono sul punto di venerarli!
Ho dato tre esempi concreti di fumetti belli e accessibili a tutti, ho scritto su case editrici con le palle che nonostante tutto puntano sull’innovazione e sulla novità, la domanda quindi è la seguente, perché la Bonelli preferisce dare ai lettori un prodotto scadente e di basso profilo invece di dare un prodotto fresco e innovativo?

Vorrei ricordare alla Bonelli che i vecchi muoiano prima dei giovani, forse sarebbe meglio puntare su quest’ultimi invece di stare impantanati su storie e disegni che erano alla moda quarant’anni e passa anni fa! Vorrei ricordare alla Bonelli che il fumetto è un prodotto per i ragazzi e ragazzini, tipo mio nipote… ecco, mio nipote non ha mai letto un albo della Bonelli, io due domande me le farei! 

domenica 9 luglio 2017

-117-

E siamo già alla  centodiciasettesima puntata… quindi buona lettura!

·         Trump – Putin, patto sulla Siria… in pratica decideranno dove e chi bombardare!
·         “Aiutiamoli a casa loro”… Big S.? No! Salvini? No! Renzi? Ebbene si!
·         Scrivere sui gadget del movimento cinque sterchi è come sparare sulla Croce rossa!
·         Miss Sudafrica (bianca) distribuisce cibo ai poveri in guanti bianchi… “Sono sempre negri! Se poi divento negra anch’io!”!
·         Metal detector alla festa dell’Unità… già me li vedo i jidaisti strafogarsi di salamelle!

·         Malato psichico uccide l’anziano vicino di casa… raga giuro che non sono stato io!

mercoledì 5 luglio 2017

-La mia su Nine Stones di Samuel Spano-




-La mia su “Nine Stones” i primi due numeri!-

Sono un fu ragazzo fortunato, ho letto questi due volumi su internet e devo dirvi la verità, non ci riuscivo, scusami Samuel, davvero ti chiedo perdono ma se sto troppo tempo su uno schermo mi si sbarbella l’occhio (ovvero l’occhio si chiude e non vedo un cazzo!), attendevo la versione cartacea e l’editrice Cosmo ha colmato questo vuoto, il primo volume sono riuscito ad averlo tipo dopo un mese dall’uscita ma il secondo due giorni prima… ho goduto!
Conoscevo la storia, e ho fatto i complimenti in privata sede a Samuel per ciò che aveva fatto, la cosa che mi infastidisce molto sono i fan… i fan di questa storia lunga (sarà una trilogia e Samuel se non lavori tipo ventitré ore al giorno su questo progetto coraggioso… peste ti colga!) si sono fissati tutti sulla tematica centrale, ovvero l’omosessualità, a dirla tutta la tematica è già stata usata in letteratura, nel fumetto, nell'arte, nella musica, ok, in Italia è ancora un’inutile tabù, ma tant’è… ci voleva Samuel a creare un fumetto che parla di gay che amano il sesso violento?
Direi di si!
Ci voleva, le storie di gay e lesbiche pubblicate in Italia erano finte, stupide e a dir poco inutile perché non entravano dentro al sentimento vero e proprio, Enoch con Sprayliz non c’è riuscito, la Bonelli con Legs non c’è riuscito, sui fumetti gay si scadeva nel becero porno stampato male e fatto male!
Ma parliamo di Nine Stones!
La tematica di base non m’interessa, io guardo la storia e se i disegni sono legati al cento per cento alla storia quando scrivo di fumetti, ok, Samuel lo conosco da un po’ ed ero presente (e continuo a ricordarlo perché mi riempie di gioia!) quando Davide ha comprato un pop raffigurante Chtulu! Stavo dicendo, non ho scritto nulla su questa opera quando era solo in formato digitale (per ovvi problemi di lettura!), ho aspettato la versione cartacea anche perché sono un feticista della carta, lo letto, lo letto e riletto,  e devo dirlo, è un fumetto con i contro coglioni a mò di cartuccera, non ci sono evidenti buchi in sceneggiatura, è scritto bene, tocca una tematica importante ovvero la schizofrenia dilagante (non il mondo dei gay!) e la cosa mi ha toccato molto, il personaggio principale (se lo è visto che mancano ancora due capitoli alla fine della trilogia!) è totalmente pazzo e non è chiaro se è proprio lui che ama la violenza o la dolcezza e questa cosa da scrivere è difficile, renderla graficamente è ancora più difficile, ma molto, ma Samuel (e scusami se ti do del tu ma ti conosco da tanto…. Darti del Lei non mi suonerebbe bene!) c’è riuscito in modo molto poetico, Lui che vede un’ombra stronza e che cerca di contenerla ma non ci riesce e viene fuori l’altra faccia della moneta, ovvero la violenza e il masochismo totale… è una storia pesante ma che va letta perché finalmente una casa editrice coraggiosa ha deciso di stamparla!
I disegni!
Bisogna ancora parlare dei disegni di Samuel Spano nel 2017?
No dai davvero?

Ok… su P.C. non rendevano al massimo lo devo ammettere, o meglio i disegni singoli si, ma le tavole, almeno per me mi ubriacavano, ho letto la storia e il fumetto, ma arrivavo ad un certo punto che non riuscivo più a leggerlo e poi il cartaceo, sul cartaceo, secondo me Nine Stones rende molto ma molto di più… è bello, questi primi due albi sono perfetti, le copertine, i disegni, l’odore della carte… credo che questo fumetto è nato per essere una pietra miliare nel fumetto italiano, su molte cose, il disegno in primis che è meraviglioso ma Samuel lo sa come la penso dei suoi disegni, rimarrà nella storia del fumetto per la storia che collega disturbi mentali e omosessualità violenta e credo che sia la prima volta in Italia che un fumetto parli di questo, rimarrà nella storia per il fanatismo estremo dei fan (tra cui io ma non sono così folle, o almeno spero!)… un consiglio, semplice, compratevelo e tenetevelo in casa perché sono due dei pochi albi a fumetti italiani che meritano di stare in libreria e di leggerlo e rileggerlo! 

-Pensate bene su come spendere 200 euro!-

-200 Dollari- Duecento dollari, tenete bene a mente questa cifra! Con duecento dollari (che sono all’incirca duecento euro!) co...