domenica 25 settembre 2016

-81-

Ottantuno e non sentirli, buona lettura!

·         Sul settimanale culturale del Corriere c’è un’intervista di Jovanotti per i suoi cinquant’anni…. Sul settimanale culturale, Jovanotti… ho detto tutto!
·         In cattedra finiscono i figli di professori… scoprire l’acqua calda!
·         Renzi contro l’Europa…. L’Europa però non se ne accorge!
·         Grillo sceglie di Maio come sotto specie di leader… per la serie :”Il più pulito ha la rogna!”!
·         La Jolie chiede il divorzio a Pitt… e il cazzo che me ne frega è incalcolabile!

·         Finalmente la settimana della moda a Milano…. E come per la notizia della Jolie e di Pitt non me ne frega una beneamata minchia di niente!

domenica 18 settembre 2016

-80-

E siamo a ottanta, buona lettura!

·         Renzi sfida la Merkel e Holande…. Ma loro due non lo sanno!
·         Di Maio ha dichiarato che Pinochet è stato un dittatore del Venezuela… e tutti ci credono!
·         Zucchero farà undici concerti a Verona… i produttori d’alcol esultano!
·         Sta per partire il grande Fratello Vip… non c’è un VIP neanche a pagarlo!
·         Il sindaco di Amatrice querela Charlie Hebdo… cosa non si fa per un po’ di fama!

·         È morto Ciampi… in paradiso è apparsa la moneta unica!

domenica 11 settembre 2016

-79-

Purtroppo questa settimana non ci sono state molte notizie, o meglio c’è ne sono due, una è il caos nell’ostello a cinque stelle e l’altra è il presidente delle Filippine che da del figlio di puttana a Obama, di solito non scrivo La Cimice a senso unico ma visto e considerato che si parla solo dell’ostello a cinque stelle non posso esimermi e quindi beccatevi questo settantanovesima puntata della Cimice!

·         Caos nella giunta romana gestita dalla Raggi… nessun problema a fino al 2020 per creare una giunta!
·         Colui che viene indicato come il futuro primo ministro d’Italia (Di Maio) ha asserito che non ha capito un’e-mail… e per fortuna che l’ostello a cinque stelle basa tuto il suo esistere su internet!
·         Ad una manifestazione a Roma (sempre a causa del caos della giunta romana… dove c’è dentro persone legate a Mafia capitale!) Di Battista per la prima volta da anni non pronuncia la fatidica frase “Si ma Mafia Capitale?”… caos e disperazione tra i vari autori dei discorsi di Di Battista!
·         Ho avuto la malaugurata idea di vedere l’intervento del comico che non fa ridere… per un momento mi è sembrato di sentire Salvini che parlava con un forte accento ligure!
·         Ovviamente i vari ultras sfegatati dell’ostello a cinque stelle non ci stanno alla verità sulla giunta romana e infatti incominciano ad offendere e ad urlare al complotto… la volpe perde il pelo ma non il vizio!

·         La Taverna… colei che urla anche quando pensa e che usa il turpiloquio come se fossero patatine da sgranocchiare davanti ad un film è stata defenestrata dal direttorio dell’ostello… posso solo immaginarmi come la presa! 

mercoledì 7 settembre 2016

- One$... ovviamente una "La mia"-




-La mia su Paperi, il terzo numero-

Sia lodata la Dea dei fumetti, per la prima volta ho letto prima di tutti (o almeno spero!) un fumetto dei gemelli meravigliosi!
Sinceramente parlando non so cosa sia successo, oggi pomeriggio ero in centro a Milano per lavoro e visto che ieri non sono riuscito ad andare alla mia fumetteria ho deciso che oggi andavo in un’altra fumetteria (che guarda caso è in centro a Milano!), principalmente volevo comprare due testate (Strange e due volumi per non parlare di Rat Man!), entro mesto come il mio solito, agguanto il numero 116 di Rat Man ed ecco la visione, guardo meglio, faccio mente locale per ricordarmi che giorno è oggi, il sette settembre, ma non doveva uscire tra due giorni?
Non ci credo, non credo a tanta fortuna ed ecco che come un tossico in carenza mi acchiappo due copie (ebbene si, ho tutto il lavoro dei gemelli meravigliosi doppio, si ne copro sempre due copie!), finisco i miei acquisti, pago ed esco in una caldissima Milano!
Secondo voi potevo aspettare d’arrivare a casa per leggere questo finale?
Bravi, immaginatevi il vostro in una via del centro di Milano che legge One$, a metà strada lo avevo già finito, lo riletto un’altra volta!
Ok, ora parto a scrivere “La mia”, sperando di non fare spoiler, ok di base i lavori dei gemelli meravigliosi in coppia o da soli partono di base con una valutazione che non scende mai sotto al nove e fino a oggi non è mai sceso, One$, se Paper Ugo mi ha sconvolto estremamente perché è una mia biografia se con Paper Paolo la mia incazzatura è salita a livelli estremi con One$ la mia stima per Giulio (su come è scritto c’arriverò poi!) è arrivata a livelli incalcolabili, se prima dipingeva ora è arrivato ad un livello talmente alto che bisognerebbe far nascere una nuova corrente artistica la Rincioniana, dalla prima pagina all'ultima avevo la mascella che toccava terra, qui non si parla più di fumetto ma d’altro, di un qualcosa che in Italia (e nel mondo salvo rarissimi casi, che guarda caso sono i due disegnatori che Giulio ama!) non si era mai vista, qui c’è qualcosa di nuovo, di veramente NUOVO e innovativo, questo è il terzo e ultimo volume (il fumetto è altro qui si parla d’altro!) dei Paperi e ora se la legge dei grandi numeri è vera Giulio in teoria si dovrebbe stabilizzare su questo tratto… sbaglierò ma credo che non sarà così, mi sa che il prossimo lavoro di Giulio sarà qualcosa d’indescrivibile con parole comprensibili!  
Ed ora parlo di come è scritto!
Ok, chi mi conosce sa che apprezzo molto Marco, molto, però in questo ultimo volume… si è superato alla grandissima, anzi direi che si è doppiato quattro volte, già lo consideravo molto bravo (sia come sceneggiatore di fumetti sia come scrittore di racconti e sia come traduttore!) ma qui è indescrivibile, partiamo subito che la vena di cattiveria che ha incominciato a pompare dal primo volume per poi aumentare nel secondo in questo terzo e ultimo volume esplode in tutta la sua più oscura oscurità, e occhio non un’oscurità visiva (visto e considerato che questo volume è il più luminoso dei tre!) ma un’oscurità psicologica (che è molto peggio!), Marco scopre nervi scoperti estremamente umani, va vedere a tutti i lettori ciò che non vogliono vedere, o meglio fanno finta di non vedere!
In questo volume non c’è bontà, non c’è ne è traccia, se bene o male nei due volumi precedenti un minimo c’era, qui no, qui c’è un minimo di redenzione (redenzione cristianamente concepita!) ma che in fondo in fondo non è così sentita, c’è è vero ma suona come :”Sono stato una merda per tutta la vita ma ora voglio fare qualcosa di buono!”, ovviamente non posso e non voglio dirvi chi è il personaggio principale (non voglio rovinarvi la lettura!), gli altri personaggi secondari, non vi dirò il finale e come sia stato magistrale (anche se magistrale sarebbe riduttivo!) a sciogliere i vari nodi che si sono venuti a creare dal primo numero, una cosa posso dirvela, anzi no due cose, la prima è che un po’ mi mancheranno i paperi (e la mia attesa spasmodica nell'attendere che escano in fumetteria!) e la seconda è che un finale così estremamente epico e così estremamente XXXXXXX (o messo le X perché se no facevo uno spoiler grande come una casa!) non lo avevo mai letto, che dire?

Se non che i gemelli meravigliosi hanno imbastito una trilogia grandiosamente geniale e meravigliosamente “disturbante” e che devo dirli grazie, si grazie, perché come lettore mi hanno deliziato sia gli occhi sia la mente e non è una cosa facile da fare, anzi direi che è molto ma molto difficile riuscirci!

domenica 4 settembre 2016

-La famiglia Fang (il film)-




-La mia su “La Famiglia Fang (il film)”-


Diciamo subito che questo film è un film piccolo (e con piccolo intendo non che non abbia avuto un budget ma un film che non provoca un’attesa spasmodica nel vederlo!) ma girato bene e montato meglio, la storia in sé non ha buchi in sceneggiatura e posso ammettere che è stato scritto bene (da notare il sapiente uso dei flashback, che io adoro come il regista gli ha gestiti!) sul piano meramente tecnico è un bel film!
Ok, dopo la barbosa spiegazione tecnica passerei a scrivere ciò che è il film, a vedere il trailer si direbbe un film giallo, non lo è, anche perché si capisce fin da subito che non è un giallo ma è qualcos'altro, non è una commedia e a dirla tutto io lo definirei un film psicologico, occhio, non un film psicologico alla Lynch ma è molto ma molto psicologico!
La storia del film è di una famiglia formato da un padre, una madre e due figli che fanno performance “alternative” d’arte, la storia si snoda in una quarantina d’anni, dalla prima performance del padre e della madre e finisce con una rivelazione estrema (che ovviamente non vi dirò anche se si capisce dopo venti minuti di film!)!
Ma allora di cosa parla questo film?
Di una famiglia?
Sotto un certo senso sì!
D’arte?
Assolutamente no!
Questo film parla dell’egoismo estremo di una coppia (e vederlo in questo periodo di fertility day e quant’altro è un toccasana per come la penso sulla famiglia!), c’è un uomo e una donna a cui capita di avere una figlia, queste due persone sono “artisti” e quindi pensano bene di far entrare la figlia nelle loro performance, poi nasce un altro figlio e anche lui viene introdotto nella follia artistica dei genitori, sembrerebbe a prima vista una cosa divertente, non lo è!
Questo film toglie un velo che molti genitori non capiscono, non si diventa genitori, si nasce madre o padre, non lo si diventa, ed è anche per questo che questo film mi piace, due genitori squilibrati (che era meglio se si masturbavano e basta!) impongono le loro scelte di vita ai figli e poi i danni vengono fuori!
La figlia (una Kidman che per la prima volta mi è piaciuta molto!) è un’attrice fallita che non riesce a controllare la propria rabbia e i propri fantasmi e ha un senso di odio/amore verso due scriteriati genitori!
Il figlio (che conosco l’attore ma non mi ricordo il nome, scusate!) è uno scrittore di bassa lega che ha il blocco dello scrittore nel suo terzo romanzo e che preferirebbe non avere una famiglia invece di averla!
Questo film è una spiegazione a tutti quelle persone che vogliono crearsi una famiglia, pone delle domande, ovvero :”Siete pronti veramente a mettere al mondo un figlio?”!

Questo film non sarà mai un cult e non entrerà mai nella storia del cinema ma è un film molto importante e lo è perché scoperchia una certa mentalità ottusa e stupida della famiglia, poi c’è una frase detta dal padre che a mio avviso spiega perfettamente la paternità (ovviamente non ve la dirò, anche perché è verso la fine del film!), insomma non è un giallo ma è un film sul concetto di famiglia e su ciò che comporta sulla psiche dei figli, bisognerebbe vederlo per chi ha già una famiglia e per chi sta pensando di averla, o meglio per chi ha dei figli e per chi vorrebbe averli… il mio personale voto sul film in sé è un sette su dieci, su ciò di cui parla è un dieci e lode! 

-78-

E siamo già a settantotto… buona lettura!

·         Di Maio :”Gli sbagli vanno riconosciuti e basta slogan!”…. la   prima cosa sensata che ha detto Di Maio!
·         Scandalo per una vignetta di Charlie Hebdo… e cosa vi aspettavate? Una vignetta triste per caso?
·         Fo bandito in Turchia… per una volta la Turchia è superiore all’Italia!
·         Gigi D’Alessio afferma che dovrà cantare ancora per quindici anni per risanare i suoi debiti…. Questa cosa mi suona come una minaccia, non so voi!
·         Oggi ci sarà il GP di Monza…. E a me non me ne frega un cazzo!

·         È stato diffuso un video dove Salvini balla in una festa…. In effetti era un po’ fuori luogo visto che non sa ballare!

-130-

E siamo a centotrenta Cimici, wow, ok, basta farsi pugnette a due mani e buona lettura! ·          Di Maio vuole i vari osservatori del...