domenica 28 agosto 2016

-77-

In questo settantasettesimo episodio della Cimice voglio scrivere tutte le stronzate che ho letto su internet sulla faccenda del terremoto in centro Italia!

·         Il terremoto è successo a causa dei Gay e delle unioni civili!
·         Il terremoto è successo perché in Italia si è persa la fede!
·         Il terremoto è successo a causa dell’amatriciana fatta con il guanciale di maiale quindi non vegana!
·         Il terremoto è successo a causa dei trentotto euro che la UE stanzia per ogni rifugiato!
·         I numeri utili per aiutare sono linkati in un sito di un simil noto comico genovese che facendo così s’arricchisce!

·         Perché i profughi vivono in hotel a sei stelle e i terremotati nelle tende? 

sabato 27 agosto 2016

-Ed ecco cosa pensa mia madre di "Notti in bianco, baci a colazione"!-




-Tornare su un libro-
(ovvero come la mia famiglia sia geniale!)


Capita ad alcuni di nascere in famiglie sbagliate, in famiglie che non stimolano i propri figli a diventare ciò che sono veramente, esistono famiglie che tarpano le ali ai propri figli imponendoli scelte che loro non hanno mai avuto occasione di avere… esistono queste famiglie e poi esiste la mia famiglia, biologica e allargata!
Sono una persona fortunata ad avere la mia famiglia biologica e allargata, mio fratello e la sua famiglia sono il tipico nucleo famigliare che è a dir poco geniale (mio fratello scrive da Dio e ha trovato la sua metà di mela, il mio primo nipote ha l’orecchio assoluto e suona da Dio sperimentando, il mio secondo nipote disegna da Dio senza mai aver preso un secondo di lezioni di disegno!), mio padre mi ha portato sulla filosofia che poi ha fatto sì che io pensassi sempre con la mia testa, ma di queste persone ho già parlato (come ho parlato del mio Bro, che forse è uno dei pochi che sa veramente tutto di me!), però mi sono accorto di non aver mai parlato di mia madre!
Mia madre è la tipica donna nata per essere madre (e non tutte lo sono!), per farvi capire mia madre leggeva “La montagna Magica” di Thomas Mann quando era incinta di me, da Lei non ho preso molto, a parte il leggere molto velocemente, il farmi passare le incazzature velocemente, una sensibilità forse troppo estrema e l’aiutare sempre il prossimo negandosi le proprie felicità!
Ho scritto questo preambolo per due motivi, il primo è che volevo elogiare colei che mi ha tenuto in pancia nove mesi e che mi ama molto e la seconda perché ho fatto leggere a mia madre quella perla meravigliosa di libro che è “Notti in bianco baci a colazione!”, un libro meraviglioso (a mio dire!) che ho voluto fargli leggere insieme a Paranoiae di Giulio, sono due libri per me fondamentali anche se sono in due universi estremamente lontani, ho fatto questa scelta per far capire molte sfaccettature del mio essere, una parte dolce e una parte oscura e molto psicologica, il libro di Matteo Bussola lo ha finito e a breve dirò cosa mi ha detto, Paranoiae lo leggerà a breve, ne sono sicuro, perché molto probabilmente si è chiesta perché ho deciso di farli leggere proprio questi due libri…. È un brutto vizio della mia famiglia la curiosità intellettuale!
Oggi, io e mio fratello siamo a pranzo da mia madre (come sempre!), io noto due libri sul tavolo in sala, il primo è “Notti in bianco baci a colazione” e il secondo è “La vacanza dei superstiti” di Franca Valeri (un libro che gli avevo imprestato un po’ di tempo fa!), di solito il venerdì esco prima dall’ufficio per andare a farmi un bagno in casa di mia madre (mi faccio anche le doccia in casa mia ma il bagno del venerdì mi rilassa molto e lo uso per togliermi molto stress!), quando arrivano mia madre e mio fratello chiedo a mia madre se aveva finito il libro di Matteo (è da due mesi che ormai il libro non ha più un titolo ma è il libro di Matteo!), lei mi dice di si!
La discussione che è avvenuta dopo il suo si!
“Bene!”
“Mi è piaciuto!”
“Davvero?”
“Si”
“Ah…”
“…”
“…”
“Devo dirtelo Gaga, è bravo a scrivere!”
“Quindi ti è piaciuto?”
“Moltissimo, un uomo così dolce e che si sente che è dolce, non è comune!”
“Lo so, poi calcolando che lui è un disegnatore e non uno scrittore!”
“Lo so, ho letto il libro!”
Qui mia madre parte a citarmi interi periodi del libro, in pratica gli è piaciuto talmente tanto che gli è rimasto in mente ma poi ola bomba!
“Noto che ti è piaciuto!”
“Ma esistono veramente degli uomini così?”
“Direi di sì, Bussola lo è!”
“Un uomo così dolce e innamorato è difficile da trovare!”
In pratica, la discussione è durata molto di più, con mia madre che aveva quasi i lucciconi negli occhi a descrivere l’amore di un padre per le sue figlie, lo sbattimento di un padre per le proprie figlie, devo dirlo Matteo Bussola ha fatto commuovere e rendere felice mia madre, ha fatto commuovere una signora che potrebbe benissimo essere sua madre (mio fratello ha un anno in meno!) quindi direi o meglio AFFERMO che il libro di Matteo Bussola non è un semplice libro di un padre che racconta la sua vita quotidiana ma è qualcosa di più, una perla rarissima nel panorama letterale italiano…. Ora però ho paura di cosa dirà di Paranoiae…. Vedrò…. Ma sono sicuro che apprezzerà….




lunedì 22 agosto 2016

-Un raccontino-




-Scene-

A colui che:”
Cazzo amico so che hai capito chi cazzo sei
Quindi non farmi scrivere il
Tuo cazzo di nome cazzo!”

Scena 42

“Scusa!”
“Scusa un cazzo!”
Il naso tira su “Scusa capo, cazzo, ma sai com’è!”
“Cazzo, brutto stronzo figlio di puttana venuto male, lo so come cazzo è il cazzo di problema ma porco di un cazzo santissimo dovevi fare qualcosa cazzo, no, non farmi la faccia del cazzo di un pentito del cazzo, cazzo, non funziona con me, cazzo, hai fatto cazzate su cazzate, e fanculo…. Uccidete questo stronzo di merda, ha sbagliato e fanculo la sua famiglia, anzi uccidete anche la sua cazzo di famiglia, la moglie, il figlio e il loro cazzo di pesce rosso, fanculo!”

Scena 145

“Cazzo amico!”
“Cosa cazzo?”
“Dico cazzo ci mandano a fare dei lavori del cazzo per una paga del cazzo e vogliono che facciamo un cazzo di lavoro perfetto, fanculo al cazzo, non lo faccio, vado lì, faccio il mio cazzo di lacoro e fanculo il capo!”
“Cazzo amico non dire così, il capo vuole un cazzo di lavoro pulito del cazzo, senza se e senza ma, non fare cazzate e non dire cazzate, cazzo, non sbroccare ora, non fare il succhia cazzi del cazzo che fa lo stronzo quando il lavoro è duro ok stronzo?”
“Fanculo succhia cazzi!”

Scena 24

“Buongiorno!”
“Buongiorno un cazzo del cazzo, rotto in culo palla di lardo succhia cazzo sai con chi cazzo hai a che fare rotto in culo?”
“Signore…”
“Signore un cazzo impiantato nel culo di uno Yak  mi hai rotto i coglioni, mi hai fatto perdere soldi su soldi e sorridi come un cazzo di pagliaccio che si è appena fottuto un paio di cazzo di bambini e arrivi qui a dirmi il cazzo che ho bisogno io? Fanculo stronzo rotto in culo e che il tuo cazzo marcisca ora!”
“Signore, abbiamo dei problemi con i finanziamenti!”
“Fanculo a loro e a te, cravattaro dei miei coglioni, vattene a fare in culo non m’importa!”
“Ma Signore!”
“Signore un cazzo fanculo, sparateli!”

Scena 20015

“Si cazzo!”
“No cazzo, si un cazzo!”
“Lurida e bastarda troia vuoi dire di no?”
“Fanculo negro!”
“Cazzo mi chiami negro e non sei negra! Cazzo Baby non farmi infuriare!”
“Fanculo negro dal cazzo piccolo!”
“Troia stai esagerando, cazzo, ok tutto ma cazzo di un porco cazzo non puoi rompermi il cazzo del cazzo su queste cose del cazzo, cazzo, voglio dire che il porco di un cazzo ha voluto che il tuo essere troia potesse prendere il mio cazzo che è il re del cazzo, porco cazzo, devi pregarmi porco cazzo!”
“Fanculo!”

Scena 104

“Vorrei pentirmi!”
“Hai dei peccati figliolo?”
“Molti!”
“Sono peccati pesanti figliolo!”
“Si, cazzo, è il primo peccato e tenere in vita una merda come lei!”

Scena 1

“I negri hanno rovinato tutto, cazzo, porco di un cazzo, te lo dico, da quando quei pollo fritto e cocomero del cazzo hanno preso la parola tutto è cambiato, cazzo, amico, te lo dico, ci sono quei negracci di merda ovunque adesso, fanno la loro cazzo di musica di merda, vogliono i cazzo di diritti te lo dico!”
“E’ una vergogna!”
“Cazzo amico te lo dico, è un cazzo del cazzo del mio cazzo di bordello, vogliono governarci, cazzo, col cazzo che un negro mi governa, ma proprio col cazzo!”
“E’ una vergogna!”
“Cazzo amico ti dico cazzo, questi cazzo di amici dei negri del cazzo vogliono più potere, il potere del mio grande cazzo del sud, col cazzo del cazzo che lo avranno,  cazzo di un cazzo, voglio dire, porco cazzo una scimmia a governarci? Dai, porco cazzo, col cazzo che ci riesce una cazzo di scimmie del cazzo dai!”
“E’ una vergogna!”
“Cazzo si, lo è porco di un cazzo, lo è davvero, un negro di merda che ci governa, dai cazzo, magri approverà una cazzo di legge del cazzo per far sposare i cazzo di froci invertiti del cazzo che vanno contro la religione, dai porco cazzo, non ci può stare ma proprio per un cazzo!”
“E’ una cazzo di vergogna!”
“Cazzo amico del mio cazzo è ciò che sto dicendo porco di un cazzo, dai, quando c’era il KKK si stava bene, quei negri di merda morivano e stavamo tutti felici!”
“Cazzo si… a fanculo i negri!”

Scena 5896589365

“Non sto bene cazzo!”
“Cazzo non dirlo a me!”
“Cazzo amico, abbiamo sbagliato appartamento, cazzo!”
“Cazzo, non dirlo a me!”
“Cazzo vorresti dirmi che tu porco di un cazzo non sapevi dove cazzo andavi!”
“Non ho detto questo!”
“Cazzo, vorresti dirmi che per il porco di un cazzo di un Samoano del cazzo che io mi ritrovo qui tutto stronzo del cazzo con mezzo corpo solo perché tu gran figlio di puttana non hai considerato la stracazzo di evenienza che magari sbagliavi?”
“Fanculo si, cazzo non posso prevedere tutto, cazzo sono un indovino?”
“Cazzo amico se ne esco pulito col cazzo che ti lascio perdere, cazzo ci puoi girare sulle palle di quel rotto in culo fottuto sacco di merda e stronzo di tuo padre!”

Scena finale

“Stavi dicendo?”
“Nulla amore!”
“Ah!”
“Ah cosa?”
“E’ la prima volta che mi chiami amore!”
“Strano!”
“Strano un cazzo rotto in culo, guarda un po’ qui, si rotto in culo, sono un agente dell’F.B.I!”
“Scusa ma quando abbiamo scopato non eri femmina!”
“Mento bene!”
“Quindi ti ho sodomizzato?”
“Cazzo fanculo si, lo hai fatto, e ti amo!”
“Cazzo, quindi non m’arresti?”
“Cazzo sì, finirai in carcere e morirai lì, ma non mi avrai mai!”
“Ma ti è piaciuto?”
“No!”
“Davvero?”
“Si!”

Titoli di coda

“Ok il film e ok tutto ma non ho capito un cazzo del film!”
“Non bisognava capirlo!”
“Ok ma almeno un minimo di storia, un minimino di scrittura creativa, il voler scrivere sceneggiature, un minimo!”
“Lascia stare, hai mangiato?”
“No!”
“Ok si va a mangiare!”
“Ok ma offro io!”
“Perché?
“Perché hai pagato i biglietti del cinema!”
“Ma il film faceva cagare!
“Non è un scusa!”
“Ok!”
“Ok!”


domenica 21 agosto 2016

-76-

E siamo già al settantaseiesimo episodio della Cimice…. Che dire se non buona lettura? Nulla, quindi, buona lettura!

·         Mattarella invoca unità…. Nessuno lo ascolta!
·         Vi devo dare una pessima notizia… CL esiste ancora!
·         Stranamente questa estate non è morto nessun meraviglioso giovane a causa degli acidi…. Il terrorismo ha battuto le lacrimevoli notizie!
·         Parrebbe che a Milano l’hotel a cinque stelle non abbia abbastanza firme per entrare in giunta…. Vabbè dai di bidelli c’è sempre bisogno!
·         Viola :”In MPS sempre trasparenti”…. Rubavano i soldi dei correntisti alla luce del sole mica di notte!

·         L’Italia scopre che oltre al calcio esistono altri sport…. Almeno fino alle prossime olimpiadi!  

lunedì 15 agosto 2016

-Forse si poteva fare meglio....-




-La mia su “Suicide Squad”-


Prima d’incominciare a scrivere “la mia” devo avvisarvi che sono un DC fan della quasi prima ora e adoro la casa editrice americana mamma di Superman ecc….!
Ok, dopo l’incubo che tutti hanno avuto del film col tipo vestito di verde (non è mai uscito, è stato un incubo brutto, non esiste!), parto sempre circospetto con i film targati DC, Man of Steel mi è piaciuto nonostante la sua narrazione non veloce, ho adorato Batman V Superman per i suoi rimandi nerd e al fumetto (con estere gg che se non si è fan della DC è difficile beccarli!) e per come è il film, un Affleck nei panni di Batman è perfetto secondo me, poi, arriva questo terzo film che entra nel mondo della DC film!
Bisogna dire che è un film non pienamente riuscito, specialmente per quanto riguarda la sceneggiatura, il Joker è stato caratterizzato bene, forse uno dei migliori Joker cinematograficamente parlando, ci sta, un pazzo fottuto che non ragiona ma agisce a caso, ci sta, Harley è perfetta, anche se troppo forzata, i flashback del suo passato (e sono gli unici flashback di tutto il film!) appesantiscono inutilmente il film, forse che in Warner vogliano fare un film su Harley? Sarebbe una scommessa interessante anche se sarebbe difficile da realizzare, questi due casi sono il meglio del film, bisogna ammetterlo!
Il film in sé non è brutto (ho visto di peggio ma anche di meglio!) è il tipico film cuscinetto che serve per collegare altri film (ovvero Batman V Superman e  il Batman di Affleck!), il film scorre veloce, non è noioso, ma a vederlo, lo spettatore ha la sensazione che arrivi un qualcosa di spettacolare, la cosa non avviene, a parte i vari inutili camei di Affleck e di Flash, e qui nasce il grosso problema del film!
Gli attori, bravissimi ma lo sceneggiatore ha ricreato i personaggi sull’attore e non l’inverso, Will Smith sembra il principe di Bell Air più volgare, Killer Croc è abbozzato, non fa un cazzo per tutto il film ed è docile e mansueto (Croc? Mah!), a vedere il film sembra un pappone pieno di cameo di attori famosi, la qualità della storia è molto bassa, bisogna ammetterlo, la storia è inesistente, sembra un film uscito dagli anni ottanta ma con più effetti speciali!
Con questo non voglio smontare del tutto il film, sia inteso ma visto e considerato che questo film entra nell’universo cinematografico della DC, la qualità è bassina, sembra che il produttore abbia voluto avere grandi nomi negli attori per vendere il prodotto, poi si nota benissimo i vari innesti voluti da quel genietto che è Johns, sono scene che chi ha occhio le nota, perché sono fuori dalla storia, la scena del bacio nella vasca per esempio e la scena montata ad hoc a fine film che ci porterà alla JL, bisogna dirlo, se fosse un film senza la DC sarebbe un grande film ma in un contesto di sfida contro la Marvel perde molto, non è l'Ant-Man (il film cuscinetto della Marvel e chi mi dice di no non ha capito un cazzo!)della Dc, è un film monco, un film che poteva essere qualcosa di grandioso ma non c’è riuscito, il buttare i nemici dei vari eroi della DC così a cazzo è alquanto inutile (Si parla di nemici di Flash, Batman e Wonder Woman!)!

Intendiamoci il film non è brutto come l’incubo vestito di verde, ma secondo me potevano dare molto di più, magari in sceneggiatura (e i buchi qui si sprecano, sembra di vedere una forma di gruviera!), gli attori sono bravi ma con questa sceneggiatura perdono molto ma molto!     

domenica 14 agosto 2016

Il quasi vent'anni e non sentirli... un elogio dovuto alla persona meravigliosa che è il mio Bro

A volte mi capita di pensare a vari concetti alti, mi capita di rado ma a volte succede (il brutto nell’avere una mente nata filosofica e cresciuta nella filosofia pura grazie a mio padre che mi poneva domande su domande su come la pensavo su determinate cose e così via!), stavo dicendo, a volte penso al bene, o amore che dir si voglia, o meglio al sentimento che fa provare qualcosa come l’attaccamento ad un’altra persona, che sia amore o bene, a volte penso che voglio bene alla mia gatta e che adoro ogni suo atomo (anche quando fa la pazza e fa casino durante la notte!), amo la mia gatta, come amo i miei famigliari di sangue e quelli che si sono aggiunti, si voglio bene a queste persone, la mia famiglia l’adoro con le sue pecche e i suoi onori, amo mia madre e mio fratello, amo mia cognata e i miei meravigliosi nipoti, amo mio zio e mia zia e mio cugino e mia cugina e la mia bis cugina di tre anni, si amo tutti loro, sono la mia famiglia e se anche non può essere naturale gli amo, e farei qualsiasi cosa per difenderla da tutto e tutti, ma il problema resta, ovvero il sentimento!
Se può essere ovvio amare la propria famiglia e la propria gatta (che è mia e solo mia e di nessun o nessuna altra!) è un po’ meno normale voler bene ad una persona fuori dalla famiglia, ok, voglio bene a molte persone, i miei amici nerd, i vari autori di fumetti che ormai siamo arrivati al tu e a sceneggiatori che mi considerano loro pari (Si Marco ti voglio bene sappilo!), i miei amici Bipo (che ormai sono diventati una mia seconda famiglia bellissima!), voglio bene a molte persone che si sono meritate il mio bene, ma, è c’è sempre un ma, e questo ma è grosso come una casa!
Mi sono accorto, riflettendo su altro e un lampo mi ha penetrato il cervello e mi ha fatto capire che siamo nel 2016, ovvero un anno prima del 2017, nel 2017 cadrà un anniversario estremamente importante per me, sarà un anno importante per me, nel lontano 1997 (anche se è avvenuto prima visto che andavo ancora a scuola ma diciamo che è stato il 1997!) io non ero ancora maggiorenne, capita a chi è nato nel 1980, stavo dicendo, nel 97 conosco una persona, un ragazzone alto e grosso ed estremamente timido, stava ad un angolo in una cucina di amici comuni (che ora come ora ignora di chi era la cucina e chi erano gli amici!), io stavo in disparte, si stava preparando un’avventura di un gioco di ruolo futuristico, non D & D, la cosa buffa e strana è che non ho conosciuto quella persona quel giorno anche perché io non parlavo e lui non parlava, non ci siamo presentati!
Passano i giorni e finalmente ci presentiamo, credo in qualche sessione di giochi di ruolo in un Mc Donald’s, o altro, non ricordo bene, il fatto è che ci siamo presentati, all’epoca sia io che Lui frequentavamo dei personaggi che manco Stan Lee poteva inventare, un nano che si considerava un dio in terra, un gay che non voleva ammettere di essere gay (per poi fare outing alla persona più sbagliata che ha sbandierato la sua sessualità ai quattro venti!), uno psicopatico, una ragazza, l’unica del gruppo a cui tutti facevano il filo (a me non interessava perché la consideravo brutta all’epoca!), un comunista asessuato e un cristiano convinto che studiava fisica, questo era il gruppo poi il nano si è messo con l’unica ragazza del gruppo e quest’ultimo si è distrutto!
All’epoca credevo ancora nelle cazzate che vomitava il nano, ma Lui era venuto nel nostro gruppo, ed è lì che ci siamo conosciuti realmente!
Il nano ha tantissime pecche nel carattere ma bisogna dire che riesce a fare da collante in un gruppo, ok, io e Lui diventiamo amici, molto amici, al nano la cosa non va bene e fa di tutto per rompere i coglioni senza riuscirci, succede il patatrac, il nano si molla con la sua ragazza dell’epoca, sprizza odio da tutti i pori ma ormai il gruppo che pensava di aver formato si sfalda come neve al sole, ed io e Lui rimaniamo amici!
Passa il tempo, ci sono ragazze che verranno dimenticate e nascoste sotto una coltre di sabbia, ci sono depressioni terribili, ci sono tentati suicidi, c’è un allontanamento di un anno, ci sono separazioni e ci sono fidanzamenti,  c’è il dolore e i richiami d’aiuto sempre ascoltati, c’è quello che considero amore, c’è tutto e il niente, ci sono separazioni dolorosi dove Lui c’è stato prontamente come io c’ero per Lui, c’è stata l’unica litigata in vent’anni che più che litigata la considero una discussione accesa, c’è stato il “Io porto il tutto per un ottimo Irish Coffe”, c’è stato i film assurdi visti il sabato pomeriggio, c’è stato il meraviglioso risotto alla zucca, c’è stato tanto e ci sarà ancora tanto perché col cazzo che Lui ovvero il mio Bro ovvero il migliore amico che tutti vorrebbero avere ma che ho solo io!
Ho scritto questa cosa per rendere omaggio ad una persona che per me ha significato tanto (non è morto!) e continua a significare tantissimo, perché Un amico come il Bro in pochi lo hanno, in pochissimi, mi sento fortunato ad averlo? Si! Molto! Perché io non ho un migliore amico come hanno tutti gli altri io ho un Bro, uno di famiglia e so di certo che se ho bisogno lui è in prima linea come lo sarei io per lui….


-75-

E in questo folle agosto pre ferragosto beccatevi il settantacinquesimo episodio della cimice! Buona lettura e buon ferragosto!

·         Un fondatore di Alba Dorata (partito neo nazista greco!) in Italia ora fa parte dell’hotel a cinque stelle… per la serie :”Non ci dimentichiamo le nostre origini!”!
·         Big S. ha dichiarato che ora si vuole dedicare al giardinaggio e alla famiglia… si sono sentiti pianti e dolorosi lamenti dalle Olgettine!
·         Salvini in ferie nel Gargano…. Ok fa ridere già così senza aggiungere nulla!
·         Il Pil in italia non cresce… la maggior parte degli italiani non sa cosa sia il PIL ma già si dispera!
·         Al capo di gabinetto 193 mila euro, fa parte dello staff della Raggi, lei :”Non prendo tanti soldi, la mia vita è complicata!”…. certo e noi siamo tutti stronzi!

·         Il Papa alle ex prostitute “Chiedo perdono per chi vi ha usato”…. Non so perché però mi sono immaginato uno stuolo di vescovi che ha pensato “Prima le troie e adesso ci perdonerà anche a noi!”! 

mercoledì 10 agosto 2016

-Credo di aver letto l'innovazione totale e geniale del fumetto italiano....-

-La mia su “Torture Garden” numero uno-


Lo devo ammettere, sono un peccatore, un peccatore brutto e cattivo, ebbene sì, ho letto il primo numero di torture Garden un mese e passa dopo dalla sua uscita (si lo so, dovrei farmi amici i vari editori per leggere in anteprima i vari albi e libri ma preferisco restare nell’ingranaggio del fan che scrive solo se il prodotto [che è una parola obbrobriosa!] lo leggo come tutti i comuni mortali e non prima!), oggi nel mio quinto giorno di ferie devo per forze di cose andare in ufficio e ci vado, poi per svariati problemi miei fisici non faccio tutto ciò che volevo fare ma nonostante tutto ecco la sorpresa, mi è arrivato la mia copia di torture Garden con la copertina di Giulio (Te lo dico qui, quando fai le lignee bianche sul nero io ho sempre un’erezione sappilo!), ho il mio pacchetto e lo apro, saltello come un bambino a cui hanno detto che può comprare qualsiasi caramella senza limiti, non voglio leggerlo subito, voglio godermelo!
Vado a pranzare da mia madre (e dopo giorni finalmente mangio bene e il mio stomaco ringrazia!), il pranzo finisce e dopo un po’ di tempo andiamo al Brico, mia madre per prendere delle cose e io a comprare tele da poter invecchiare (in teoria con il thè!), alcuni pennelli e svariati colori, la cosa dura poco e poi arrivo a casa, metto a posto il tutto (e devo portare fuori l’immondizia ma lo farò domani!), finalmente sono a casa, faccio la foto al tanto agognato albo e la posto su facebook!
Voglio prendermi il mio tempo per leggerlo e goderne, passa un’ora e poi è lì che mi guarda, devo leggerlo, lo faccio!
Ok, la Baraldi (non so ancora se posso darti del tu!) è una scrittrice che non ha sotto i coglioni ma una cartuccera di palle, lo devo ammettere, dopo le sue incursioni nel fumetto vado sul sicuro, ma qui… qui, una produzione che sfiora l’underground, una produzione per pochi eletti ecco che la Baraldi cala il poker d’assi e la scala colore (per fare una metafora pokerista!)!
La Baraldi è riuscita in un compito difficile, molto, direi quasi impossibile, ha portato il cinema, il montaggio alternato di De Palma nel fumetto (e a parte Berardi è la prima che ci è riuscita…. E non venitemi a tirare fuori esempi inutili perché ve gli smonterei uno per uno visto che ho studiato cinema!) parliamo della prima parte del primo capitolo, Solo nella prima vignetta c’è un omaggio a un grande film (considerato a torto di serie B e chi lo becca [non so se sia voluto o noma c’è!] è un grande!), la Baraldi fa vedere subito chi è il killer, lo mostra in tutta la sua “bellezza” ma nonostante che c’è lo mostra non ci fa sapere chi è!
Nella seconda pagina in poi fino alla diciassettesima pagina il ritmo accelera, ed è qui che parlo di montaggio alla De Palma (ripreso da Tarantino di Kill Bill volume uno!) ovviamente non vi racconterò cosa succede, ma succede qualcosa, che se fosse un film avrebbe del geniale, la Baraldi passa ad un flashback che considerarlo onirico sarebbe sminuire il lavoro meraviglioso che ha fatto, nel flashback la confusione lineare domina, non si sa bene chi narra cosa, le immagini disegnate meravigliosamente ci mostrano un qualcosa che può essere reale e può benissimo non esserlo, altro stacco (del migliore De Palma!), la scena cambia e il lettore viene catapultato in qualcos’altro, Annie non è più ciò che era ma è qualcos’altro, c’è l’incazzatura estrema per ciò che è successo è una belva ma visto che la Baraldi sa scrivere (a differenza di molti suoi colleghi!) sa mettere il Cliffhanger nel momento giusto  e lo porta fino alla fine del primo capitolo!
Si ho goduto come scrittore o pseudo tale quale io sono ho goduto tanto, ma l’ottovolante letterale che la Baraldi mi ha preparato non è finito, arriva il secondo capitolo!
Nuovo personaggio, già conosciuto precedentemente o meglio abbozzato e qui la genialità della scrittura supera limiti mai raggiunti da un fumetto italiano, se il primo capitolo è un thriller erotico o presunto tale (e non lo è!) il secondo capitolo è un noir perfetto e orchestrato alla perfezione e smonta tutte le certezze del lettore del primo capitolo e ci porta in qualcosa di diverso, stando ai parametri del noir classico, questo secondo capitolo lo è alla perfezione, ma non lo è, è qualcos'altro, che nel noir prende le radici (non fatemi scrivere i vari archetipi per scrivere un personaggio noir vi prego!) ma è qualcos’altro, anche perché questo secondo capitolo con i suoi flashback che c’indirizzano come un perfetto giallo a intuire il colpevole (che secondo me non è lui!), il capitolo si chiude con un flashback (usate magistralmente che non appesantiscono la lettura ma aiutano il lettore a capire e qui la Baraldi è una maestra indiscussa!) e ci lascia l’amaro in bocca a noi lettori che dovremo aspettare chi sa quanto (io ere geologiche!) per leggere il secondo numero!
Ho parlato però solo della scrittrice (che se non si è capito apprezzo molto!) ma voglio parlare anche dei disegni, lo ammetto, non conosco bene la disegnatrice del primo capitolo e non conosco bene il disegnatore del secondo capitolo, ma a vederli all’opera con una sceneggiatura a più strati e molto complessa da realizzare sono stati dei grandissimi, scusatemi se non vi conosco, o meglio magari riconosco il vostro tratto e mi piace ma non conosco i vostri nomi (ho un grandissimo problema a ricordarmi i nomi!), comunque sia Sofia Terzo ha una maestria tutta sua nell’ombreggiature che mi ricorda liberatore e come disegna le scene di quasi sesso sono a dir poco grandiose, Simone Delladio è bravo e molto e mi ricorda un Stefano Raffaeli di altri anni, come disegna gli occhi e i particolari lo fa venire duro, calcolando poi che ha disegnato un capitolo non facile e renderlo al massimo non era facile!
Non voglio parlare della copertina, no, davvero, elogiare Giulio ormai è diventato il mio sport olimpionico, ho più medaglie d’oro io che chiunque, ok, ne parlo, dico solo una cosa, guardate il viso di Annie, ovvero la fanciulla che parrebbe apparire nello specchio…. ecco ho detto tutto!
Mi sono dimenticato qualcuno? A parte il maestro Mari che ha creato la copertina della versione regular (che troverò e sarà il mio tesssssssssssssssssoro!) che è a dir poco grandiosa?
Che dire?
A parte che questo fumetto che è un geniale giallo/noir ma non lo è  allo stesso tempo è uno dei fumetti scritti meglio negli ultimi vent’anni?
A parte che la disegnatrice e i disegnatori (Rossano lo sai che ti apprezzo alla follia e credo che tu non abbia bisogno dei miei elogi!) sono perfetti per questa opera che vorrei dire (e alleluia!) un albo finalmente innovativo nel panorama grigio e tetro del fumetto italiano?
Che dire?
Lunghissima vita a torture Garden e lunghissima vita alle edizioni Ink!

Ma soprattutto, lasciatemelo fare, vi prego, grazie Barbara  (ok ti do del tu spero che la cosa non ti dispiaccia!) davvero grazie per sfornare queste perle, ti prego non smettere mai e poi mai!  

domenica 7 agosto 2016

-74-

E dopo una sola settimana ecco a voi la settantaquattresima puntata della Cimice… buona lettura!

·         A Orio un aereo finisce in tangenziale… bhé un buon modo per superare le file al check in!
·         Big S. vende il Milan hai cinesi… e la cosa non me ne frega un cazzo!
·         “Le chiamate di Muraro a Buzzi: hanno provveduto a sistemare la cosa”… non vorrei dire ma non era l’hotel a cinque stelle che sbraitava contro Mafia Capitale?
·         Salbvini al Papeete…. Chi sa come sarà la loro nuova compilation (che se non sbaglio dovrebbe essere la duemilacinquecentonovantanove!)!
·         A Chicago un nuovo morto afro americano (ovviamente ucciso da un poliziotto!) disarmato… stranamente non ho battute da fare!

·         È ufficiale Meyer (già consulente sulla modo di Big S.!) sarà il nuovo consulente parrucchini di Donald Trump!

mercoledì 3 agosto 2016

-Ecco perché non voterò mai il circo a cinque stelle-

Di base odio parlare di politica, lo odio perché è una materia grigia e trovo che sia alquanto inutile parlarne, visto e considerato che non voto e che reputo la politica altamente noiosa (calcolando i tempi biblici del decidere se fare una cosa o non farla delle nostre camere!) ma poi è apparso il comico che non ridere e il suo circo, allora sì che mi sono interessato!
Torniamo alle origini, il comico che non fa ridere fa spettacoli propagandistici per far sapere all’italiota medio che l’hotel a cui aderisce è diverso, è una cosa nuova, una cosa mai vista in Italia (lo aveva detto anche un’altra persona negli anni venti!), l’hotel non è ancora vivo e vegeto ma è un’idea ed ecco che arriva il cumpabellabro del comico, un esperto della rete che scrive romanzetti di serie Z di fantapolitica (e lo scrivere di fantapolitica bisogna basarsi sulla politica reale e creare scenari che dalla politica reale si crei una struttura letterale che potrebbe avvenire…. Ecco il cumpabellabro del comico che non fa ridere non ha sottostato a questa legge letterale che tutti rispettano, in fin dei conti è un rivoluzionario e fondatore di un hotel moderno ed efficace, anche se i soldi se l’intascava lui e le sue aziende!), il connubio è creato, il comico che non fa ridere fa una propaganda senza limiti, i vaffa day e quant’altro, il comico che non fa ridere crede (forse!) ingenuamente che prendendo persone che fanno dei lavori veri (e qui la prima incongruenza, i lavori normali a sentire l’hotel sono il panettiere, l’operai e quant’altro quanto il comico che non fa ridere non fa questi lavori ma che anzi ha provocato la morte a delle persone per la sua voglia di andare in strade non percorribili, che ha soldi che gli escano anche dall’orifizio che sta dietro!), molti italioti credono nel verbo del comico che non fa ridere, e non solo i vari italioti ma anche i vari “V.I.P.” che credono che internet sia una specie di cosa virtuale piena solo di verità!
L’hotel cresce e molto, ci sono i primi sindaci e dopo varie diatribe diventano il primo partito (che partito non è perché non ha una sua costituzione interna ne le sue regole e leggi ne tantomeno un’idea politica chiara!) alla camera, l’hotel cinque stelle ha conquistato l’italiota!
C’è un primo governo fatto da Letta, cade dopo poco tempo e qui i vari “cittadini” del circo credono che il presidente della repubblica dia a loro l’incarico di formare un nuovo governo (e qui voglio dirlo cari beoti, il primo ministro, il presidente della camera e del senato non si vota [dopo il fascismo, quindi magari farvi una rilettura della costituzione non farebbe male!] ma è il presidente della repubblica che vedendo il partito di maggioranza decide a chi dare i vari incarichi, non è il popolo, il popolo decide solamente quale partito dovrà governare e quale no!) e invece il presidente della repubblica lo da al neo eletto presidente del PD, apriti o cielo, ma come? E invece è proprio così, Renzi crea un governo di larghe maggioranze che prende anche uno sparuto di ministri di destra, ed è qui che parte il delirio!
Facciamo un passo indietro, di una ventina d’anni, il comico che non fa ridere (e non solo lui!) per un decennio consideravano Big S. come il male assoluto, colui che avrebbe portato al baratro l’Italia, il satanista che avrebbe aperto le porte dell’inferno e quant’altro, bene, ora Big S. conta come il re di picche a briscole, ovvero nulla!
Torniamo nel presente, il circo a cinque stelle capeggiato da Di Battista (che il padre si vanta in diretta nazionale di essere un fascista convinto!), la Taverna (che è buona solo a fare monologhi senza senso e di parlare di ciò che vuole urlando le sue ragioni che non hanno ne capo ne coda!) Di Maio (che s’inventa interviste a carabinieri e a forze dell’ordine per avvalorare la sua idea che ha di lui, ovvero, non valgo nulla ma voglio valere qualcosa ma non valgo nulla!), questi tre individui fanno battaglia, e la fanno fura, in camera e in senato, ma le loro battaglie sono serie?
Una delle prime battaglie portate in aula è stata “Cosa fa il governo sulle scie chimiche!”!
Poi seguiranno il redito sociale a tutti, cosa non fattibile in Italia visto che la maggioranza delle persone che dichiarano di non guadagnare hanno un lavoro in nero, quindi sarebbe come legalizzare il lavoro in nero!
Un’altra epica battaglia è stata sulle lobby farmaceutiche, secondo loro in Italia esiste una lobby che non vuole far curare i malati, e che sono proprio i malati (magari terminali!) a creare una lobby, di base una lobby fa i propri interessi, ora vorrei dire al caro Di Maio come andrebbe a beneficio ad un malato terminale di cancro crearsi una lobby se poi deve morire? Ah è vero c’è sempre la cura del limone e del bicarbonato!  
Ma il delirio puro lo ha raggiunto il Di Battista che parla solo e unicamente per masturbarsi sentendo la sua voce, il caso è assurdo, succede che c’è una strage d’immigranti nel mediteranno e ovviamente il presidente del Senato vuole fare un minuto di silenzio per i morti, ma il Di Battista (già con la minchia barzottata!) non ci sta e vuole avere la parola, la ottiene, vuole a suo modo ricordare i morti, con il suo fare da simil bulletto di quartiere accusa la Boldrini di essere un’inetta, il perché non si saprà mai, per due secondi ricorda i morti e poi parte con il suo masturbatorio monologo dove accusa le cooperative bianche e rosse, accusa il suo vicino di casa di tenere la musica troppo alta, accusa il mondo di qualcosa ma non si sa bene di cosa, in pratica il Di Battista parla a vanvera per minuti su argomenti che non c’entrano nulla, ci mancava che parlasse anche che l’ultimo disco dei Coldplay non era bello e avrebbe fatto tombola!
Passano i mesi, il circo è sempre più agguerrito, i cittadini offendano a destra e a manca chi non la pensa come loro, una giornalista dell’unità si becca per giorni una gogna mediatica solo perché aveva scritto un articolo contro il circo,  un'altra giornalista si becca da mesi insulti su insulti solo perché fa il suo lavoro e lo fa bene, nel frattempo muore il cumpabellabro del comico che non fa ridere, ed è subito delirio!
Molti giornalisti hanno dato la notizia per ciò che valeva, ovvero una persona è morta ma i vari ultras del circo non ci stanno, partono le minacce violente, un vignettista (che sinceramente parlando mi piace come disegna ma non mi piace lui e le sue vignette!) viene ricoperto di sterco per una vignetta del tutto innocente, giornalisti che non si strappano le vesti per la morte di un leder vengono ricoperti d’insulti, è il delirio e intanto in centro a Milano viene bloccato per i funerali manco fosse morto un presidente della repubblica, morto il cumpabellabro per democrazia ci dovrebbe esserci una votazione democratica per eleggere il suo erede e invece…. No, il cumpabellabro passa da padre al figlio, quindi il comico che non fa ridere ha sempre il suo cumpabellabro, tutti contenti e affanculo la democrazia!
Dopo il funerale arrivano le votazioni per i vari sindaci di varie città, qui parte il delirio puro, persone che vengono scelte vengono scartate, perché non sono conformi (ovvero la candidata di Milano non è bellissima e quindi viene scartata per dare spazio a un ciuccia nespole che non ha ne arte ne parte e viene trombato subito!) ma due città eleggono come sindaco le persone che il circo a scelto, a Torino e a Roma!
Qui nascono i primi problemi, Torino regge all’impatto di avere un sindaco donna del circo e a oggi non si sono sentite cazzate dette dal neo sindaco ma è a Roma che spunta il bubbone, tralasciando i progetti di governo copiati, tralasciando che il neo sindaco ha fatto propaganda portando il primo giorno della sua investitura da sindaco il figlio per farli vedere non si sa cosa, tralasciando tutto ma vogliamo parlare che il neo sindaco ha dato in mano il pattume a colei che per anni ha guadagnato soldi sul pattume rendendo Roma peggio di Napoli per quanto riguarda i rifiuti?
Parliamone, la cittadina senza macchia e senza nessunissimo scheletro nell’armadio, è una signora che si è fatta i soldi sfruttando la raccolta dei rifiuti, ebbene sì è un business, stando a lei i rifiuti a Roma non ci sono, non ci sono mai stati e mai ci saranno, peccato che i rifiuti a Roma sono un problema grave e serio ma a lei e alla neo sindaco non importa un cazzo, le due Malagrotta sono mete turistiche, è irrilevante che i bambini contano i sorci nelle vie, pochezze, l’importante per la neo sindaco sono le olimpiadi, questi sono problemi non che Roma sta sprofondando in un mare di letame e dove la sporcizia sta diventando una meta turistica, no, il problema fondamentale sono le olimpiadi, farle a Roma o non farle? Questo è il dilemma!
Ora voglio toccare un punto che mi sta a cuore e lo tenuto per ultimo apposta!
Lo fatto per far capire l’idiozia e l’imbecillaggine dei deputati del circo, che molti imbecilli credono che il circo sia di sinistra ma di sinistra hanno solo un polmone (sempre che non sia stato infettato dalle lobby farmaceutiche con i vaccini allora in quel caso non hanno neanche quello!)!
Si deve approvare una legge giusta e legittimata, una legge che in una nazione dovrebbe già essere in corso da anni ma non lo è, una legge civile che da a tutti i cittadini italiani pari diritti, sto parlando della legge Cirinnà, una legge che finalmente dopo decenni arriva a una votazione, i vari destrosi (che vanno a trans e pippano coca manco fossero degli aspirapolveri!) mettono modifiche su modifiche (tipo duemila!), cazzo per la prima volta il circo crede nella costituzione e vuole argomentare tutti e le duemila modifiche, accusa il PD di non essere costituzionali (detta da loro è un po’ come la vacca che da del cornuto all’asino!), per la prima volta in Italia si vuole rendere cittadini di serie B di serie A e il circo cosa fa? Stoppa il tutto!
Manda tutto a puttane e loro, i cittadini come si fanno chiamare, si scusano dicendo che costituzionalmente parlando il canguro (ovvero il saltare certe modifiche stupide e inutili per una votazione più veloce!) è anticostituzionale e qui il Di Battista ha affermato che il circo è costituzionale, tanto costituzionale e segue le leggi del parlamento, poi che sia irrilevante che loro come partito o movimento sono incostituzionali perché non hanno le basi costituzionale per esistere ma per il Di Battista (che ogni volta che mi capita d’ascoltarlo mi viene un orticaria che la metà basta visto che è un povero idiota che s’atteggia a persona colta ma rimane un povero idiota senza arte ne parte!) è tutto costituzionale, il parlare su duemila cazzate per lui è costituzionale, bene, è irrilevante che molte persone stavano aspettando un voto deciso e unico su una legge democratica e giusta, no, per il circo questo non è democratico, per loro è meglio affossare le unioni civili per leggere le cazzate che i destrosi dicono, è quello l’importante!
La cosa che mi lascia basito è che il circo fa di tutto per farsi odiare da tutti, spara cazzate complottistiche, dice una cosa al mattino e la smentisce la sera, racconta palle su palle, crede a tutto ciò che appare su internet, crede che gioventù vuol dire saperne, è fortemente convinto di essere dalla parte del giusto, del cittadino (che li vota perché chi li muove delle critiche è un pieddino complottista, merda figlio di puttana, troia, puttana di merda, buona/o solo a fare bocchini a Renzi, pagata/o dalle lobby, una merda, uno che non capisce nulla, una persona che non capisce che la rivoluzione del circo è alle porte, un comunista, uno che non ha cervello, una persona che vale meno del meno, uno assaggiato alla massoneria ebraica che controlla il mondo, un coglione, un idiota [forse non sanno cosa vuol dire idiota ma lo volevo inserire!],  una persona brutta che nessuno chiava, una bagascia da dieci euro, un cretino, uno che non capisce un cazzo e quindi un pieddino, stranamente non danno mai del fascista a una persona nelle loro quotidiane offese, sarà un caso?
Non credo, visto che il comico che non fa ridere si è scagliato più e più volte contro gli ebrei che a sentire lui governano il mondo, cazzo, sono d’etnia ebraica e non sapevo di governare il mondo, ma a sentire il comico che non fa ridere io sono un nemico che non vuole l’evoluzione della terra, un’evoluzione basata sulle stronzate lette su internet, il circo vuole questo, un mondo o una nazione che dir si voglia basato su idee che si appoggiano sul nulla, sul niente, l’internet che non è nulla, è il vuoto è l’immondezzaio della civiltà moderna ma il circo si crede, se è scritto su internet è vero!
La cosa che mi dispiace di più è che molte persone votano questi cialtroni buoni solo ad offendere e a spargere odio su coloro che non la pensano come loro…. Occhio che settant’anni sono pochi anni, molto pochi, direi pochissimi…. Fate due conti, e poi se votate il circo dovrete pagarne le conseguenze e non dite la stronzissima frase “Io non sapevo”….


martedì 2 agosto 2016

-Cose... forse mancano otto anni!-

Avere idee!
Una brutta bestia se non si possono esprimere al meglio!
Si hanno idee su romanzi e racconti e quant'altro ma il tempo è quello che è!
Uno perde la voglia!
E la perde davvero!
Ho eliminato un romanzo che volevo scrivere sul bilateralismo dei sentimenti, ho cancellato un saggio sull'ignoranza perché sembrava un elogio alla lega nord, ho un romanzo che mi sta pulsando nella testa che sarà un romanzo crudo e pesante ma che non so quando lo scriverò, ho un romanzo che latita da un bel po’ e non so se avrò il tempo per scriverlo e soprattutto se avrò la musica giusta per scriverlo, le mie poesie ormai sono rompicapi che solo io posso capire, la mia sceneggiatura del mio flash è lì che mi guarda e mi chiede :”Cazzo finiscimi, ventidue pagine non sono tante!” e io rispondo “col cazzo ho la mia idea e voglio renderla al massimo!”, ho un paio di pièce teatrali da finire,  un film documentario da finire da scrivere, un paio di cortometraggi, un saggio sul concetto di bellezza!
E sto ascoltando i Jackson Five!
Non ho ancora letto “Torture Garden” e la cosa mi irrita molto, perché lo VOGLIO LEGGERE!
Ho pensieri da rendere pubblici che non voglio rendere pubblici ma magari lo farò, ho finito il De Bello Mentale, le poche persone che lo hanno letto piace, è una vittoria, per lo meno per la mia scrittura non per ciò che ho scritto!
Vorrei dare davvero il mille per cento ma do l’uno per cento, è una colpa mia? Forse! Forse no!
Oggi ho calcolato le coppie dei fumetti dei fratelli geniali… erano poche e ciò vuol dire che vende, ne sono felice!
E ora sto ascoltando i Killing Joke!
E mi fumo una paglia!
Sto scrivendo ed è la cosa migliore che mi possa capitare, dopo il famigerato De Bello e dopo un’e-mail che è stata presa nel verso sbagliato (e ne sono sicuro!) sto tornando a scrivere cose sensate (tralasciando le poesie che sto scrivendo ultimamente!), sto scrivendo!
L’importante per me è mettere in linea lettere che formano parole che formano frasi che formano periodi che formano capoversi che formano capitoli che formano scritti!
Il resto conta poco, ormai per me!
La mia scrittura e la mia gatta hanno il cento per cento della mia attenzione, il resto non conta un cazzo e sto ascoltando un gruppo femminile di punk, ascoltatevi la OST dei guardiani della Galassia per sapere ciò che sto ascoltando!
Ho gente che litiga sotto la mia finestra, u na rissa forse, forse no, forse una discussione e domani devo andare a lavorare, mi tocca!
Quindi domani non scriverò un cazzo, bestemmierò molto, ma non scriverò nulla1
La paglia è finita e il mio megamix fatto sabato scorso è arrivato a Saturnine degli Smashing Pumpkins e forse dovrei andare a dormire… forse!
Il passato è chiuso e sepolto, dovrei farmene una ragione sulla morta di mio padre avvenuta tre anni fa, ok, lo farò, ok sto dicendo una cazzata grossa come una casa, ma va bene così!
Ho troppe idee in testa!
Troppe!
Ma non ho tempo, otto anni al massimo, poi l’oblio!
Devo scrivere!
Devo farlo!
Lo farò in questo agosto del duemilasedici!
Darò il massimo… o almeno lo spero!




-Pensate bene su come spendere 200 euro!-

-200 Dollari- Duecento dollari, tenete bene a mente questa cifra! Con duecento dollari (che sono all’incirca duecento euro!) co...