domenica 31 luglio 2016

-73-

E siamo a settantatré episodi della Cimice, posso solo dire WOW!

·         In caso di forte recessione le banche reggono l’esame…. Non so perché ma sento un fortissimo odore di vaselina!
·         In Siria bombe su un ospedale per bambini…. No ma continuiamo a chiamarle bombe intelligenti!
·         La giunta del hotel a cinque stelle parte con forti dubbi sull’affare dello smaltimento…. La rete si ribella, la colpa è delle scie chimiche!
·         Intervista di Salvini sul corriere… ho di meglio da fare piuttosto che leggerla!
·         Ho un dubbio ma la Boschi che ministro è? O meglio che ministero occupa?

·         Arnold Schwarzenegger è diventato stilista…. Giuro che non è uno scherzo (Corriere della Sera del trenta luglio a pagina 26!)! 

sabato 30 luglio 2016

-La mia su "Ultima Fermata"-

 -La mia su “Ultima fermata”-

Lo devo ammettere sono di molto incazzato, per due motivi specifici, il primo è che Marco non mi ha chiesto la mia su un suo racconto (e ricordo che non mi ha ancora mandato la sua tesi che sono estremamente curioso di leggere!) e la seconda è che scrive mille volte meglio di me, si sono incazzato!
Oggi stavo (o meglio ieri visto che è mezzanotte!) cazzeggiando su facebook quando mi vedo un link postato da un sito (che leggo!) e poi ripostato da Marco (e si ti do del tu!), ovviamente lo condivido poiché Marco è un amico e adoro come scrive, o meglio, ho letto le sue traduzioni, le sue prefazioni e le sue sceneggiature ma non avevo mai letto un suo scritto vero e proprio (o meglio una sua performance nella letteratura!), lo letto, a più riprese (ho incominciato a leggerlo sul cellulare bestemmiando in mille lingue per poi rileggerlo tutto su P.C.!) ed è stato un bene!
Il racconto si apre in modo ostico per chi non conosce la punteggiatura (io uso poco punteggiatura per questo fatto!), Marco abbonda di punteggiatura quindi fa sì che il lettore esperto, rispetti le pause, che danno il ritmo totale di questa prima parte, tanti punti, tante virgole, ad analizzare la prima parte calcolando le pause il ritmo che Marco dà al racconto è un ritmo sincopato, veloce, lento, di nuovo veloce per poi passare al lento (e io che scrivo racconti da ventidue anni non ci sono mai riuscito!),; la prima parte è incentrata su una persona che è immobilizzata, che parla a stento e il ritmo è angosciante, molto, si sente il dolore della vittima, si è la vittima, poi Marco che è un genietto cambia totalmente ritmo e ci porta su un treno!
Il treno!
I passeggeri!
La cazzo di luce bianca!
Lo devo ammettere, Marco mi ha sconvolto, ha scritto un racconto horror che non è horror, ha scritto un racconto di una liricità estrema, alta, molto alta, e la cosa non mi stupisce conoscendolo, Marco in una manciata di frasi porta il lettore (in questo caso io e se non leggete il suo racconto siete dei poverelli come il vecchio!) ad essere il personaggio, si è il personaggio in questo estremo monologo interiore a due voci che porta alla pazzia e al più totale annichilimento del proprio essere, non voglio raccontarvi di cosa parla il racconto perché sarei un bastardo nei confronti di uno scrittore che è riuscito ad alzare l’asticella ancora più in alto!
Ok, si sa che adoro come scrive Marco, in pratica lo sa il mondo, ma questa prova (e sono sicuro che prima di pubblicarla ha fatto un lavoro di correzione a dir poco certosino!) è il massimo, dopo il suo abbraccio avrei voluto ricambiarlo oggi, e non sto scherzando, Marco scava nella mente delle persone e ha il talento di far sì che il lettore occasionale e non riesca ad essere il personaggio di ciò che scrive, questo è talento, talento puro, non è esercizio che chiunque può imparare a qualsiasi corso di scrittura creativa, Marco scrive e lo fa divinamente!
Marco non scrive paroloni, non se la tira (anche se potrebbe farlo bellamente!), Marco scrive semplice, comprensibile a tutti, anche se il suo lato intellettuale esce, ed esce bene!
Che dire di questo racconto?
A parte chinare il capo da scrittore o pseudo tale quale io sono?
A parte che Marco ha appreso e ha fatto suo l’insegnamento Joyciano su come e sul perché scrivere?
Sinceramente non so che altro dire, ma posso dirvi solo una cosa, leggete questo racconto che a oggi è uno dei più bei racconti che io abbia mai letto!
Il racconto lo trovate qui:

 http://www.crapula.it/ultima-fermata

domenica 24 luglio 2016

-72-

E dopo una pausa di una settimana ecco che ritorna (come la peperonata mangiata a cena!) la Cimice, quindi fragolosi belli, buona lettura!

·         Golpe lampo in Turchia… a dirla tutta fu più serio il golpe Borghese!
·         Nuovo codice per gli appalti, su duecentoventi articoli centoottantuno sono sbagliati… dai siamo in Italia, poteva andare peggio!
·         Arrestato Ricucci (l’ex dentista che si credeva un manager rampante e voleva fare la scalata al corriere!), le sue prime parole all’arresto sono state :”Mi arrestate perché non ho pagato alcune fatture?”… no, credo che lo abbiano arrestato perché ha la faccia da pirla!
·         La Camera ha proibito alla corte (che sta giudicando Big S. sulle Olgettine!) di non usare le intercettazioni… per la serie, prima quando Big S. era qualcuno si poteva fare ora no… strano!
·         Renzi non parla più del referendum d’ottobre… a dirla tutta non parla proprio più!
·         Di Maio del circo a cinque stelle ha scritto sui social che esiste una lobby dei malati… certo, c’è gente in fin di vita che trama nell’ombra per stare male… vorrei ricordarvi che è proprio Di Maio che vorrebbe diventare il nostro nuovo primo ministro…

·         Big S. non ci sta e indice una riunione… esultano le Olgettine! 

domenica 10 luglio 2016

-71-

E siamo a settantuno…. E mi sembra ieri che portavo i calzoni corti…. Aspetta gli porto ancora oggi!

·         Nuova giunta in Puglia, vengono chiamati Banfi e Arbore… si incomincia sul ridere!
·         Partecipate anche voi alla lotteria del “Se il referendum non passa io mi dimetto!”, ricchi premi!
·         La sindaca Raggi è ufficialmente sindaca di Roma, nel primo giorno dell’insediamento ha portato il figlio, annunciando il prossimo sindaco di Roma dopo di lei!
·         A Milano un bambino di un anno è stato ricoverato perché pesava come un neonato, sotto accusa i due genitori vegani… quando la coglionaggine fa rima con tentato infanticidio….
·         Salvini :”L’area Expo non diventerà mai una baraccopoli”, giusto, meglio una cattedrale nel deserto che marcisce!

·         Si giocherà la finale degli europei, Portogallo, Francia… e pensare che io pensavo che gli europei fossero già finiti….

mercoledì 6 luglio 2016

-La noia quasi quotidiana-

-La noia quasi quotidiana-


Le luci dei lampioni illuminano soffusamente la via quasi nebbiosa di un sabato sera!
I piedi si muovano meccanicamente, la sbronza animalesca che non vuole passare nonostante l’aria glaciale di un Gennaio degno di questo nome.
Si cammina, quasi barcollando, l’alcol s’abbassa nel sangue e dalla testa, si respira aria fresca a pieni polmoni, la vista quasi offuscata che ritorna normale, si vede una città nuova, rinnovata nel suo vecchiume!
Troie che danno ore e ore d’amore per pochi soldi!
I vari spacciatori che sembrano persone che aspettano qualcuno ma tutti sanno chi sono e cosa fanno!
Le forze dell’ordine che si fermano dal “porchettaro” perché a quest’ora si ha fame!
Ubriaconi cronici che vomitano colori simili all'arcobaleno su un muro mezzo scrostato con una scritta del tipo “inculoa tuti i sbiri della merda”!
Si passa avanti, una sigaretta accesa con fatica, una troia ti comunica che potrebbe renderti felice in un quarto d'ora, passi avanti, si sorride sotto i baffi e si prosegue, la sigaretta finisce, si fa il gesto delle corna e la cicca vola via, si cammina, nel freddo, la lucidità arriva, ti porta a camminare verso casa, l’accogliente e calda casa.
La finestra è aperta, l’aria glaciale pervade ogni singolo atomo di ogni singola parete, il pavimento e il soffitto, l’aria che colpisce in faccia, si sospira, il letto disfatto, gli abiti che volano e lo stravaccamento sul letto che puzza di troppe seghe in solitudine, in pieno stile uomo vitruviano ci si rimane per secondi o minuti, ci si volta e ci si ritrova in posizione fetale, le lenzuola che dovrebbero essere lavate che creano mosaici caotici attorno ad un corpo fisico che ha realmente bisogno di dormire o pensare!
Rivoltarsi per secoli in quell'ammasso di tessuto e odori spermali, è irrilevante il tutto, dormire, gli occhi aperti come fanali anti nebbia, guardare il soffitto, guardare la parete, guardare la finestra ancora aperta, chiuderla, il tepore che non si crea, il freddo che punge i piedi che cercano inconsciamente un minimo di calore, nessun calore, magari il rifare il letto si pensa, si vuole dormire ma non ci si riesce, si potrebbero fare mille cose alle tre di notte, invece non si fa nulla, nulla.


La sveglia suona un motivetto anni cinquanta, ci si sveglia, ci si guarda intorno, si pensa che è un vero schifo la casa di colei che fa tremare i polsi, che è stata elogiata e vituperata per secoli con quadri, scritti, odi e poesie, e si pensa che è proprio una “vita” schifosa la vita che vive la Morte! 

domenica 3 luglio 2016

-70-

Dai che mancano trenta settimane al centesimo episodio!

·         Italia contro Germania… no, mah, davvero… m’interessa, giuro!
·         Roma ancora sprovvista di una giunta… si dice che i PC in comune siano andati offline!
·         I centri per le donne senza fondi…. È giusto, molto meglio spendere i soldi dei contribuenti in rimborsi spese dei deputati!
·         A Milano esiste un assessore della felicità… è vero, non sto scherzando!
·         Big S. sta bene ma non fa più le sue sparate!

·         Salvini c’è, non parla ma c’è, purtroppo per noi! 

sabato 2 luglio 2016

-Mi domando e mi chiedo perché i gay sono il male assoluto e i preti che s'inculano i bambini no?-

Sono un masochista umorale!
Ebbene sì, e sono queste due cose che non fanno di me un giornalista, sul masochismo (non sto parlando della mia indole sessuale o sul bere bevande terrificanti che minano il mio apparato digestivo e immunitario!) perché m’impongo di guardare, leggere, ascoltare tutto ciò che so che mi farà salire la bile, lo so da principio ma continuo a farlo, sull’umorale perché se fosse per me scriverei a getto subito su ciò che vengo a sapere però mi freno, voglio far passare la rabbia e calmarmi per poi scrivere più lucidamente!
Non potrò mai essere un grande giornalista (anche se lo vorrei e anche perché so che sarei un grandissimo giornalista!) perché non uso metafore o quant’altro, se devo scrivere che un branco di celebrolesi fascisti (da notare per i vari neo fascisti che il fascismo è morto e sepolto nel 45 ma tantè!) trova divertente andare a fare le ronde a picchiare dei vari omosessuali, non riuscirei a usare parole leggere, anzi, scriverei articoli di fuoco e userei molte imprecazioni gergali e non, quindi non sarò mai un grande giornalista, meglio così per un certo punto di vista (m’immagino a volte se fossi stato un giornalista negli anni di piombo… probabilmente sarei già freddo cadavere da decenni!)!
Di solito quando la mia vena masochista reclama il suo tributo di sangue io mi ci butto, su questo punto sono molto meticoloso, se m’interessa un argomento lo devo sapere alla perfezione, devo sapere anche il colore delle mutande, per capirci, questa cosa mi è successa sul fatto di JFK dove ho comprato libri su libri, visto film su film, ascoltato tutto ciò che era ascoltabile, in pratica ho eviscerato l’argomento a fondo e ancora a oggi se vedo un libro su JFK non posso non aprire il portafoglio!
Stessa cosa è successa sugli anni di piombo (nonostante molte mie lacune dovute alla difficoltà estrema di avere determinati scritti politici degli anni settanta e ottanta, e soprattutto su come il governo ha gestito la cosa, ovvero male visto che in pratica non si sa ancora dopo trentasei anni chi ha messo effettivamente la bomba a Bologna o Ustica o Moro!), mi sono informato il più possibile, ho chiesto a mia madre (che ha vissuto gli anni di piombo prima a Brescia e poi a Milano!) delucidazioni, ho scavato a fondo (anche perché mio padre è stato malmenato pesantemente in quei anni per una sua frase detta alla facoltà di filosofia della Cattolica!), insomma a farla breve se un determinato argomento m’interessa devo assolutamente sapere tutto, e non intendo il tutto approssimativo ma proprio il tutto, tutto!
Questo lunghissimo preambolo è dovuto a due fatti, il primo è che ho appena visto “il caso Spotlight” e il secondo  ad una chiacchierata che ho avuto ieri sera con una mia carissima amica; parto dalla seconda cosa, ieri ho parlato a lungo con una mia amica, mi ha detto determinate cose (che non riporterò neanche sotto tortura!) e la mia mente mi ha fatto fare un viaggio lungo (tipo fino a stamattina all’una!), mi sono chiesto :”Ma Gli italiani sono tutti uguali?”, la mia risposta è stata negativa, non lo sono, mi spiace dirlo ma è così, io valgo di più di un altro italiano, si, valgo di più solo per il fatto d’essere etero, poi è irrilevante che sono uno stronzo cinico e pieno di rancore, ma io valgo di più, ebbene si, in un paese che da gennaio ci sono stati 62 femmicidi (in pratica dieci al mese… DIECI, non uno o due ma DIECI, questo non è una statistica ma un bollettino di guerra!) io valgo di più, perché sono etero e quindi in linea teorica potrei formare una famiglia cristianamente perfetta, io, mia moglie e una cascata di marmocchi urlanti e sbavanti, ecco perché valgo di più, chi mi conosce sa che sono per la civiltà, ovvero, uno stato civile che riconosca in modo civile, diritti e doveri a tutti i cittadini, questo in Italia non esiste (esiste una leggina all’acqua di rose ma nulla di più!), sinceramente parlando io non giudico una persona per le sue inclinazioni sessuali o altro (sono cazzi loro, certo bisogna dire che i pedofili… cazzo dovrebbero subire la tortura della capra ma non sui piedi bensì sui genitali!), anzi, se so che un cinese o un senegalese sono stronzi, per me sono stronzi, punto, sono esseri umani stronzi, prima di passare al film che ho visto voglio chiudere questa parentesi con una singola cosa, io non vado al gay pride, no, non ci vado non perché sono contrario ai diritti civili e umani delle coppie omosessuali, non ci vado per coloro che guardano l’unica manifestazione pacifica e non violenta, il sentire fascistelli e vecchidimerda che commentano con :”Sti frosci!” o “Sono malati delle malattie, perché sfilano?”, ecco perché non ci vado perché se no le cose sono due o faccio a botte (e poi calcolando la mia fortuna mi ritrovo un coltello in pancia!) oppure scrivo cattiverie, il mio senso di autoconservazione domina in questo caso!
Il film!
Preannuncio che avevo già letto il libro e il film è all’acqua di rose, dicendo questo posso dire che guardando questo film la bile mi è salita, molto!
Pensate al numero mille, un bel numero 1000, una cifra (l’uno!) seguita da tre zeri, ecco ora immaginate mille bambini stuprati e molestati da novanta e più preti, i tutori della legge di dio, o meglio di un messia, i numeri fanno paura, mille accertati!
Il film mi ha fatto male perché parla solo dei preti a Boston, si, mille stupri e abusi solo a Boston, MILLE (e il numero è al ribasso, calcolando i vari suicidi o i morti per overdose o altro!), MILLE, in pratica una novantina di preti di santa romana chiesa, ha abusato per anni, anni, di bambini!
Sono ancora schifato e incazzato e sto cercando di darmi un tono, ma porca la puttana mille e più bambini violentati da dei vecchi schifosi e bavosi con la targhetta bianca al collo, cazzo, ok, mi calmo, mi calmo, prendo un bel respiro, ok, ci sono, il caso Spotlight ha aperto un calderone che ha investito il mondo, dopo Boston sono usciti casi in tutto il mondo (cazzo mille solo a Boston… immaginatevi in tutto il mondo!), sono usciti fuori vittime e carnefici, il tutto coperto e insabbiato da santa romana chiesa, ma il problema fondamentale della santa romana chiesa è il matrimonio tra gay, cazzo, quello distruggerebbe le fondamenta dell’occidentalità, invece inculare bambini no, no, inculare bambini no, perché a sentire certi pretacci sono i bambini che ci provano, si, sono i bambini che vanno in sacrestia, spogliano un prete e gli fanno un pompino, si, sono loro i bambini, la colpa e loro non dei preti, no, loro sono santi, sono ministri di Dio, si, i bambini demoniaci stappano pompini ai preti per farli uscire dalla loro santità, sono i bambini non i preti!
Leggendo il libro da cui hanno preso ispirazione per il film (che consiglio caldamente di leggere!), sono usciti altri casi di bambini demoniaci, molti, tanti, innumerevoli, vi posso dire che il numero MILLE è molto al ribasso (calcolate che hanno scovato un servo di dio che negli anni venti si divertiva a inculare bambini, gli anni venti… quasi un secolo fa!), ma molto!
In pratica per il cittadino medio (che si può leggere anche come capra post lobotomia!) ha più paura di due persone dello stesso sesso che si amano invece di dar a dei predatori sessuali i loro figli, due uomini o due donne che si baciano danno fastidio (citando Cristo :”Non far agli altri ciò che non vorresti essere fatto a te!”!), danno molto fastidio, si parla di moralità, la moralità, “lasciate che i fanciulli vengano a me”, molti preti (tipo il 98%!) hanno preso fin troppo alla lettera questa farse di Gesù!
Attenzione, non voglio dire che tutti i preti hanno come divertimento l’incularsi bambini, sia chiaro esistono dei preti che non lo fanno, sono pochi ma ci sono, molto pochi, come esistono gay che non toccherebbero un bambino neanche sotto tortura, la cosa mi confonde però, a sentire la chiesa tutti i gay ( ovvero i froci di merda a sentire Salvini e la sua cricca di “intelligentoni”!) sono pedofili, il novanta per cento dei casi di pedofilia avviene nelle quattro mura della casa, ovvero zii, padri, cugini e quant'altro, tutti sposati, quindi se i gay avessero i loro sacrosanti diritti s’aprirebbe una falda di parenti non pedofili, cazzo, è un problema, poi la domenica come fanno a far salire le varie “elemosine”?

Meglio che i gay vengano ridotti a reietti della società che tanto ci pensano i preti a inculare i vostri bambini, sia mai che qualche gay che ama il suo compagno/a da vent'anni (e cazzo hanno la stessa età!)  si sposino… è un peccato mortale…. 

-Pensate bene su come spendere 200 euro!-

-200 Dollari- Duecento dollari, tenete bene a mente questa cifra! Con duecento dollari (che sono all’incirca duecento euro!) co...